“Vaccini compulsivi in Israele”, il governo finisce davanti al Tribunale dell’Aja


La Corte Penale internazionale chiamata a pronunciarsi dopo la denuncia di due avvocati. L’accusa è di violazione del Codice di Norimberga e di crimini contro l’umanità e la libertà personale




Il Tribunale dell’Aja che ha competenza sui crimini internazionali è stato chiamato a pronunciarsi sull’operato del governo israeliano contestualmente alla campagna vaccinale. La vicenda è stata presa in carico dalla Corte Penale internazionale dopo la denuncia di due avvocati – Ruth Makhachovsky e Arie Suchowolski – dell’organizzazione People of Truth. Lo rende noto Israel News, che scrive di “esperimenti illegali sui cittadini israeliani attraverso la Pfizer. “People of Truth – scrivono dall’organismo – è un’associazione i cui membri sono avvocati, medici, attivisti pubblici e cittadini che hanno scelto di esercitare il loro diritto democratico a non ricevere le cure mediche sperimentali (vaccino Corona), e sentono che per questo sono sotto una forte, severa e illegale pressione da parte del governo: Israele, membri della Knesset, ministri, alti rappresentanti pubblici, sindaci e altro ancora”.
Di seguito il contenuto della denuncia, reperibile in formato originale nel Pdf in alto (in inglese).


“Vogliamo iniziare con una conoscenza di base sull’argomento: Corona è un trattamento medico innovativo, che solo di recente ha ricevuto l’approvazione della FDA negli Stati Uniti (solo nelle procedure di emergenza). Un’approvazione non definitiva, con dettagli su 22 effetti collaterali del vaccino. Inoltre, è chiaro a tutti i medici che la questione dell’impatto a lungo termine del trattamento non è stata studiata scientificamente (test e ricerca) e che l’impatto a lungo termine e la sicurezza del trattamento sui suoi destinatari sono sconosciuti. È importante notare che finora al corpo umano non era mai stato somministrato e tutti i vaccini precedenti hanno funzionato in modo completamente diverso, introducendo un virus disabilitato o attenuato e una naturale eccitazione del sistema immunitario contro di esso. Come dettagliato da un virologo senior, i rischi attesi in questo trattamento medico innovativo sono qui allegati come Appendice 1 alla mia lettera”.


“Il Codice di Norimberga è un codice di etica medica emesso sulla base delle leggi in base alle quali i criminali nazisti furono processati per aver condotto orribili esperimenti medici durante la seconda guerra mondiale, nel processo dei medici noto come Processo di Norimberga. Il Codice di Norimberga in seguito ha costituito la base per l’emanazione della Dichiarazione di Helsinki, nonché la base per il Patient Rights Act in Israele. Intendiamo presentarvi e dettagliare come nello Stato di Israele quest’anno, il governo israeliano con i suoi ministri e membri della Knesset, sindaci e altri alti funzionari, stiano violando illegalmente e palesemente la legge di Norimberga. E gli estremisti, purtroppo, non solo in un aspetto sono tanti, troppi!”


“A. Consenso consapevole a partecipare a un esperimento medico – Il primo principio del Codice di Norimberga è la disponibilità e il consenso informato della persona a ricevere cure e partecipare all’esperimento. La persona dovrebbe esercitare la libertà di scelta senza l’intervento di un’entità che eserciti la forza, l’inganno, la frode, la minaccia, la sollecitazione o qualsiasi altro tipo di vincolo o coercizione. Quando i capi del Ministero della Salute e il Primo Ministro hanno introdotto il vaccino in Israele e hanno iniziato a vaccinare i residenti di Israele, i vaccini non erano raccomandati, perché in pratica prendono parte a un esperimento medico e il loro consenso è richiesto dal Codice di Norimberga. Solo quando è diventato chiaro, è stato pubblicato per la prima volta e dichiarato anche dal Primo Ministro che questo è davvero un esperimento medico, e che questa era l’essenza dell’accordo. Si tratta, infatti, di un esperimento medico genetico sugli esseri umani, eseguito senza il consenso informato e con una grave e palese violazione del Codice di Norimberga”.


“B. Accordo Bibi-Pfizer. Dopo l’incidente, è diventato chiaro che il primo ministro israeliano aveva firmato un accordo con Pfizer (l’azienda produttrice), in base al quale avrebbe ricevuto un’enorme quantità di milioni di dosi di vaccino, e avrebbe preferito (Israele) rispetto ad altri paesi, dato che i residenti israeliani sarebbero “sperimentatori” per la compagnia farmaceutica. È stato concordato che la società farmaceutica avrebbe ricevuto tutte le informazioni mediche riservate di Israele senza la loro previa conoscenza o consenso. Inoltre, dobbiamo notare che fino a questo momento il contenuto dell’accordo relativo alla maggior parte dei residenti dello Stato di Israele non è stato pubblicato, ed è la trasparenza richiesta dalla legge, ma è stato pubblicato nella sezione “blackout “/ l’occultamento di molte informazioni contenute in questo accordo. Vale la pena notare e ricordare che non viviamo in uno stato di dittatura, quindi è chiaro che un tale accordo deve essere soggetto a completa trasparenza nei confronti del grande pubblico. Terapie alternative – In materia di consenso informato al trattamento medico, e sulla base dei principi del Codice di Norimberga, vi è l’obbligo di specificare e offrire al paziente una serie di alternative di trattamento, specificando il processo medico (e tutto ciò che è incluso) come vantaggi e svantaggi. Presente in ogni trattamento, per consentirgli di prendere una decisione personale informata sul trattamento che preferisce. Come affermato, questo dovrebbe essere fatto senza esercitare pressioni e liberamente come persona libera”.


“Nonostante tutto quanto sopra, lo Stato di Israele e il Ministero della Salute non sono in grado di presentare ai cittadini di Israele le alternative attualmente disponibili per il trattamento della malattia corona, che si sono dimostrate efficaci con pochi effetti collaterali non pericolosi. Interrogano e fanno pressione sui cittadini (in palese violazione del processo di consenso informato), nascondono le informazioni sui vaccini e creano un’atmosfera difficile di paura e coercizione. Un quarto principio è che l’esperimento dovrebbe essere eseguito per prevenire sofferenze o lesioni fisiche. È noto che il trattamento causa molti decessi, lesioni e gravi danni (inclusi disabilità e paralisi) dopo la vaccinazione. Nonostante questo, il governo non ha ordinato un’indagine sulla questione. È interessante notare che il Ministero della Salute ha apertamente riconosciuto che il 41% del personale vaccinato militare, educativo e medico ha sofferto di effetti collaterali gravi e potenzialmente letali. È anche sorprendente che non ci siano rapporti completi sul numero di morti o feriti, come ci si potrebbe aspettare in un simile processo medico a beneficio del pubblico che partecipa al processo”.



“Un quinto principio afferma che l’esperimento non deve essere condotto quando vi è motivo di credere che si stia verificando la morte o lesioni effettive. Per una violazione di questo principio vedi sopra. Come accennato, per quanto riguarda i dati sui decessi, noi cittadini sentiamo parlare di bocca solo sui social network (da amici, vicini di casa o parenti) e non sui media mainstream. Un altro principio è che la persona responsabile dell’esperimento sarà disposta a interromperlo in qualsiasi momento se c’è una ragione ragionevole per ritenere che provocherà lesioni, invalidità o morte dello sperimentatoreÈ stato dimostrato che molte brave persone sono morte per le cure, sono rimaste ferite, sono diventate disabili e hanno sofferto di paralisi, ma il governo israeliano continua a imporre questo pericoloso esperimento ai cittadini di Israele. Quelle che seguono sono pubblicazioni recenti, che illustrano le violazioni palesi e criminali del Codice di Norimberga da parte del governo, dei ministri e dei membri della Knesset, dei sindaci e delle figure pubbliche di alto livello, nonché dei datori di lavoro:


Applicare pressione economica:

L’Associazione Produttori, sostenuta da un parere legale, minaccia di continuare a lasciare senza retribuzione qualsiasi lavoratore non vaccinato. Il ministro della Salute, Yuli Edelstein, vuole emanare una legge che impedirà l’arrivo al lavoro di persone non vaccinate. Minaccia di negazione dell’indennità di disoccupazione


Applicare la pressione sociale:

Minaccia di impedire l’accesso alla ricreazione, al tempo libero e all’accoglienza di servizi dalla comunità. Artisti, opinion leader e rappresentanti pubblici in ogni angolo scelgono di fare propaganda e in modo aggressivo e offensivo parlando anche di punizioni e sanzioni. (MK Ayelet Shaked, MK Smutrich, Ministro della Salute Edelstein, MK Bennett, il programma mattutino di Avri Gilad Mareh, cantante Yoram Gaon, Judy Nir Mozes e altri). Veicoli con sistemi di diffusione sonora che vagano per le strade invitando le persone a vaccinarsi, chiamate e annunci aggressivi da compagnie di assicurazione sanitaria e persino appuntamenti per la pianificazione dei vaccini senza la volontà degli assicurati e altro ancora.


Incentivi per convincere a vaccinarsi:

“Ricezione di una notte gratuita in hotel, giorni di vacanza e altro ancora offerti dai vari titolari di aziende ai propri dipendenti. Sconti presso vari esercizi commerciali, privati ​​e pubblici, nonché vantaggi di carte promossi dal Primo Ministro israeliano. Molti hanno anche più volte affermato che i cittadini israeliani prendono parte allo stesso esperimento medico innovativo a beneficio di tutti i cittadini del mondo, e che non c’è fretta di apprendere le ragioni. Vai avanti a vedere gli sperimentatori israeliani, così come l’accordo firmato dal governo con la Pfizer, oscurato in molti punti, e solleva interrogativi sugli accordi che il governo ha raggiunto con la Pfizer. Sul Codice di Norimberga e l’autonomia dell’individuo sul suo corpo, sulla legislazione esistente in Israele, le persone con dignità e le basi della libertà”.


Pertanto, e tenendo conto di quanto sopra, affrontiamo in vostro onore due requisiti principali:

  1. Interrompere immediatamente l’esperimento medico e la somministrazione di vaccini al pubblico israeliano.
  2. Chiedere al governo di abrogare tutte le procedure legislative che violano il principio del consenso informato di una persona, che negano lo status giuridico in Israele e nella democrazia israeliana, incluso l’evitare la legislatura del passaporto verde, dando i nomi di coloro non vaccinati alle autorità locali o ad altri legislatori nazionali in materia di danni.
  3. Agire con la massima severità nei confronti di qualsiasi ente pubblico / aziendale / occupazionale che viola le leggi statali sul lavoro o altre questioni richieste per pervenire alla coercizione o alla sollecitazione alla vaccinazione, nonché la questione della discriminazione, nei confronti di coloro che scelgono di non ricevere le cure mediche sperimentali di cui sopra. Vorremmo sottolineare che una copia di questo documento sarà anche inoltrata ai media di tutto il mondo per violazione del Codice di Norimberga, rilevante in tutti i paesi del mondo libero. E come osservazione finale va notato che solo di recente è stata raggiunta una decisione al Parlamento europeo, la 77/1/21, che ordina a tutte le autorità di non esercitare pressioni o sollecitazioni sulle persone a prendere il vaccino anti-covid in alcun modo. Pertanto, tutto ciò che è buono per i Paesi europei avanzati è sicuramente buono anche per Israele – e l’equilibrio si spiega da sé”.


L’avvocata Ruth Makhanskovsky ha detto a Israel News che “allo stesso tempo, la denuncia sarà presentata anche al Tribunale di Norimberga, insieme all’avvocato tedesco Reiner Polmich”. 

0
Cosa ne pensi?x

Iscriviti alla nostra Newsletter!


4.7 6 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.