Periodico di Inchieste

Salvini: “Ddl omofobia? Risponderemo con uno sull’eterofobia”


Il segretario della Lega: “Deriva ideologica pericolosa, non c’è il pestaggio più grave o insulto più grave rispetto a un altro”



“Determinate e fantomatiche leggi sono in realtà leggi bavaglio, pericolose per tutti, omosessuali ed eterosessuali”. Lo ha detto nel corso di una conferenza stampa il segretario della Lega Matteo Salvini in riferimento al Ddl Zan-Scalfarotto da poco depositato alla Camera. “Io penso – ha continuato il senatore – che l’Italia sia un Paese che non discrimina, perché è folle discriminare sul lavoro, a scuola, e che ci siano già tutte le sanzioni e le punizioni possibili e immaginabili. Penso che il rischio di confinare nell’ideologia sia assolutamente troppo elevato. Per quello che mi riguarda se viene picchiato, punito, discriminato un omosessuale o un eterosessuale, la via è la galera”.



“Non c’è il pestaggio più grave o l’insulto più grave rispetto a un altro, perché allora a questo punto noi presentiamo un bel disegno di legge contro l’eterofobia, perché se vengo preso a schiaffi io non vedo quale sia la differenza rispetto a se viene preso a schiaffi qualcun’altro. Il dramma è che questo governo cerca di stare insieme in nome del pregiudizio ideologico sul nulla”. Per quanto allo stato incompreso, il problema degli episodi di bullismo da parte delle frange più fanatiche della comunità lgbt a danno degli eterosessuali e di chi si permette di scostarsi da determinata ideologia, esiste ed è reale, e prende corpo anche attraverso i social e l’attività dei siti più estremisti, in cui spesso si invita di passare dalle parole ai fatti. Spesso a colpire sono proprio uomini gay che ce l’hanno a morte con le donne etero: le stesse che il ddl Zan-Scalfarotto si era proposto di tutelare inserendo il termine “misoginia” e le stesse che sono oggetto della retorica femminista.


beenhere

Caro amico prima che caro lettore, Rec News ti ricorda che nella Costituzione sono regolati i Diritti inviolabili del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio, cioè il posto dove si abita: è il padrone o la padrona di casa che decide chi vi può accedere e cosa si può fare al suo interno. Ogni cittadino può circolare liberamente all’interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi pacificamente anche in pubblico (Art. 17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art. 20). Diritto inviolabile è l’espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21). Secondo l’Articolo 32 della Costituzione, nessuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, ecc.) se non è previsto dalla legge – non dai Dpcm – per gravi e documentati motivi. Allo stesso modo, può astenersene se le sue convinzioni religiose o sociali non gli consentono di ricevere trattamenti sanitari. Uno governo Democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d’opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non fa le leggi da solo o con i tecnici, ma le sottopone al Parlamento.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.