Vaccini a mRNA, l’esperto: “Rischioso somministrarli alle donne in età fertile”


Le terapie geniche potrebbero danneggiare non solo i soggetti costretti a sottoporvisi, ma anche i nascituri



La somministrazione del vaccino a mRNA sulle donne in età fertile non andava e non va praticata. Ci sono troppi rischi, non solo per il soggetto ma anche per i nascituri. E’ quanto ha spiegato il Professore Giulio Tarro nel corso di un’intervista esclusiva rilasciata a Rec News. “Non bisogna somministrarli”, ha detto l’esperto. “Quando si è in età per così dire fertile, l’mRNA può potenzialmente integrarsi con le cellule. Escludere questo per principio non è giusto, perché bisogna proiettare il tutto nel tempo. Non c’è stata sufficientente sperimentazione” senza contare che “bisogna attendere almeno due mesi dalla somministrazione per un’eventuale gravidanza”.


“Questo RNA messaggero – ha proseguito Tarro – potrebbe addirittura simulare un altro RNA virus latente, oppure potrebbe fornire il codice proprio al nostro DNA. Questi aspetti sembrano impossibili e vengono esclusi dai cosiddetti saccenti della biologia molecolare, ma proprio in questi giorni è uscito un lavoro dell’Università di Boston che ha dimostrato che questa cosa impossibile, è possibile. Si è dato così ragione a chi fin dall’inizio diceva che questo aspetto sperimentale che a questo punto è diventato pratico riguarda un po’ gli Ogm, gli organismi geneticamente modificati, che sono stati vietati proprio per i pericoli connessi al loro utilizzo“.



Le preoccupazioni non riguardano solo le donne e i nascituri. Tarro mette in guardia dagli effetti collaterali che potrebbero colpire tutti: “lo ammette lo stesso foglietto illustrativo di questi vaccini”, spiega. Le reazioni avverse possono riguardare “mal di testa, mali articolari, muscolari, allergie come per tutti i vaccini, ma la cosa più importante sono i danni in prospettiva, e dunque le possibili malattie auto-immuni“.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.