Lo schiaffo di Piazza del Popolo al Green Pass (Gallery)


Manifestanti in protesta per il terzo sabato consecutivo per dire no al certificato verde. Reclamano il diritto al Lavoro e alla Libertà di scelta, pacifici, festosi, determinati, informati




Arriva introdotto dall’Inno nazionale e dalle bandiere tricolori il corteo che questo pomeriggio ha aperto la manifestazione di Piazza del Popolo per dire no al Green Pass. E’ il terzo sabato consecutivo. Un migliaio a manifestazione iniziata – forse più – hanno sfidato la calura estiva, con cartelli, cori e testimonianze. Non ci sono bandiere di partito, “non ci sono i mitomani e gli influencer, solo noi semplici cittadini”, avvertono dal palco, anche se poi qualche influencer interviene. Ma ci sono tanti insegnanti, quelli ricattati e vessati, chiamati a scegliere tra il loro diritto imprescindibile al lavoro e tra la partecipazione alle campagne sperimentali promosse dal governo Draghi. Tante anime, un’unica voce che grida “No Green Pass”, “Libertà” e “Giù le mani dai bambini”. Basta discriminazioni, urlano dal palco, basta subire, basta col terrorismo sanitario. E’ l’Italia buona che si desta, quella in grado di cambiare i giochi.

0
Cosa ne pensi?x

Zaira Bartucca
Zaira Bartucca
Direttore e Founder di Rec News, Giornalista. Inizia a scrivere nel 2010 per la versione cartacea dell’attuale Quotidiano del Sud. Presso la testata ottiene l’abilitazione per iscriversi all’Albo nazionale dei giornalisti, che avviene nel 2013. Dal 2015 è giornalista praticante. Ha firmato diverse inchieste per quotidiani, siti e settimanali sulla sanità calabrese, sulle ambiguità dell’Ordine dei giornalisti, sul sistema Riace, sui rapporti tra imprenditoria e Vaticano, sulle malattie professionali e sulle correlazioni tra determinati fattori ambientali e l’incidenza di particolari patologie. Più di recente, sull’affare Coronavirus e su “Milano come Bibbiano”. Tra gli intervistati Gunter Pauli, Vittorio Sgarbi, Giulio Tarro, Armando Siri, Gianmarco Centinaio, Michela Marzano, Vito Crimi, Daniela Santanché. Premio Comunical (2014, Corecom/AgCom). Autrice de “I padroni di Riace – Mimmo Lucano e gli altri. Storie di un sistema che ha messo in crisi le casse dello Stato”. Telegram: t.me/zairabartucca


Iscriviti alla nostra Newsletter!


5 7 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.