Il covid e la carica dei 500. Intentano causa contro le Istituzioni, fissata la data della prima udienza


Salvo cambiamenti, è prevista per il 14 aprile. Richiamati alle loro responsabilità Presidenza del Consiglio, ministero della Salute e Regione Lombardia



È prevista per il 14 aprile (salvo cambiamenti) la prima udienza della causa intentata contro la Regione Lombardia, il ministero della Salute e la Presidenza Consiglio dei Ministri. Il procedimento è partito grazie alla denuncia di circa 500 familiari delle vittime del covid di Brescia e Bergamo, che adesso chiedono giustizia per i decessi che non attribuiscono in via esclusiva al virus o al destino: “Non si è trattato di fatalità”, lamentano. Ieri, contestualmente alla visita di Draghi a Bergamo, familiari e legali si sono radunati nei pressi del cimitero nel tentativo di avvicinare il premier. Non ci sono riusciti a causa del grado di blindatezza, che ha fatto in modo che venisse impedito l’accesso perfino ai giornalisti. Uno dei partecipanti del sit-in, Paolo Casiraghi, ha rilasciato una dichiarazione ripresa dal Fatto Quotidiano: “Siamo qui – ha detto – per dare testimonianza di quello che abbiamo vissuto: le chiamate alle ambulanze che non uscivano e i consigli di non portare i familiari in ospedale“.


Non sarebbe stato, lamentano i denuncianti, solo il virus a determinare i decessi che hanno caratterizzato la prima fase, ma anche la mancanza di cure tempestive. Quelle che – per seguire il protocollo previsto dal ministero della Salute – non potevano essere effettuate a domicilio e neppure presso i nosocomi fino a quando non avevano luogo una serie di procedure farraginose. “Dopo le commemorazioni si torni a parlare delle responsabilità“, ha affermato Consuelo Locati, coordinatore del team dei legali composto dagli avvocati Piero Pasini, Luca Berni, Alessandro Pedone e Giovanni Benedetto. “Quanto successo in Italia e in modo particolare in Lombardia non è stata una fatalità. A nostro parere, contro gli attori citati in giudizio – dunque Presidenza del Consiglio, ministero della Salute e Regione Lombardia – esistono fondate prove documentali”.

0
Cosa ne pensi?x

Iscriviti alla nostra Newsletter!


5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.