Mascherina a scuola, il Tar del Lazio: illegittima al di sotto dei dodici anni


Altra vittoria per gli studenti e per la loro salute. Dopo il caso di una bambina esonerata dall’indossare la mascherina, arriva un pronunciamento…



Altra vittoria per gli studenti e per la loro salute. Dopo il caso di una bambina esonerata dall’indossare la mascherina (i genitori sono riusciti a documentare il minor afflusso di ossigeno tramite un saturimetro) arriva un pronunciamento del Tar del Lazio. L’ordinanza è del 13 febbraio e ha considerato come illegittimo un Dpcm dello scorso novembre, che stabiliva l’obbligo di indossare la mascherina a scuola per i bambini dai 6 agli 11 anni. Essenziale il lavoro di alcuni legali, tra cui quelli del Comicost (Comitato per la difesa della Costituzione).


L’ordinanza ribadisce un concetto che spesso viene dimenticato da chi segue pedissequamente regole (non leggi) illogiche, anche spingendosi più in là delle imposizioni: che, cioè, nei luoghi al chiuso anche seguendo i Dpcm la mascherina non va indossata se ci si distanzia fisicamente. Conte e Speranza, dunque, avrebbero arbitrariamente imposto una misura irragionevole oltre che inutile, abusando delle prerogative che avevano in quel momento.



L’ordinanza segna una svolta netta, e dovrà necessariamente essere recepita dal ministero guidato da Bianchi e dal Cts che stilerà le linee guida per il ritorno a scuola. Dopo l’annullamento delle restrizioni in Russia e il deciso allentamento in Gran Bretagna, le maglie si potrebbero allargare – a Draghi e governo piacendo – anche per l’Italia. A quel punto l’atto di indossare la mascherina (che pure continua a scontrarsi con le norme vigenti in materia di sicurezza e di contrasto al terrorismo, che prevedono che non ci si possa “travisare” in pubblico) potrebbe finire nel dimenticatoio.



La paura irragionevole di un virus come tanti e l’illusoria sensazione di isolarsi dagli agenti patogeni che invece si accumulano sulla mascherina, oltre a mettere sul chi va là esperti come la dottoressa Margarite Griesz-Brisson, ha già provocato danni: lo scorso settembre a Verona un bambino che indossava la mascherina è svenuto e si è ferito al mento. E’ stato poi trasportato in pronto soccorso e tenuto sotto osservazione: in ospedale non ce lo ha portato il virus, ma la mascherina.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


5 2 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.