La voce di Carlo Gilardi commuove l’Italia


La voce del 90enne di Airuno nella puntata del 24 novembre delle Iene. La trasmissione ha citato anche parte del lavoro di Rec News sulla vicenda



“Io sto benissimo, spero un giorno o l’altro di poter essere cacciato via, ma non mi cacciano via”. E’ quanto Carlo Gilardi – il 90enne di Airuno che si è trovato suo malgrado al centro di una complicata vicenda – ha detto telefonicamente a un parente. La conversazione è stata resa nota dalla trasmissione Le Iene, che nel servizio ha citato anche parte del lavoro di Rec News sulla vicenda (nel video in basso, ai minuti 10.40 e 18.20).



Le parole di Carlo, il “professore gentile” che già qualcuno sui social chiama “il nonno d’Italia“, hanno rincuorato quanti si trovavano in apprensione per il suo stato di salute e per il suo stato d’animo, noi compresi. Da più parti, in queste settimane, sono giunti appelli per il ritorno a casa dell’anziano, ma come evidenziato da questo sito un punto interrogativo enorme rimane sulle inspiegabili condizioni di degrado della sua abitazione.



Sulle condizioni limite della casa del signor Gilardi (cui non hanno pensato parenti alla lontana, vicini e cittadini che dicono di volere bene all’uomo), sui terreni che avrebbe “donato” alla presente e alla passata amministrazione e su un esproprio che l’uomo ha subito nel 2013, ai tempi della gestione dell’ex sindaco Adele Gatti, sembra non voglia soffermarsi nessuno oltre a noi: non il sindaco di Airuno Alessandro Milani che non ha mai risposto alla nostra richiesta di chiarimenti inoltrata presso il suo ufficio, e non le troupe televisive.



Iscriviti alla nostra Newsletter!


4 4 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.