Periodico di Inchieste
ULTIME

Carlo Gilardi costretto a vivere in una casa fatiscente mentre sosteneva mezza Airuno (Comune compreso)


Le condizioni limite della sua abitazione documentate dall’emittente locale Tele Unica. Di fronte a questo hanno chiuso gli occhi “nipoti acquisiti”, presenti e passati amministratori e troupe televisive che pure erano sul posto



Fonte: TeleUnica. Immagine (in alto) Merate Online

Carlo Gilardi, il professore gentile di Airuno, era costretto a vivere in un’abitazione fatiscente mentre sosteneva economicamente – come affermato da più parti – diversi abitanti del paesino del lecchese. Le condizioni limite della sua abitazione sono state documentate dall’emittente locale Tele Unica. Un video (in alto), mostra proprio il momento in cui la giornalista Barbara Gerosa fa ingresso nella dimora dell’anziano professore per intervistarlo sul suo libro “Erbette”. Il degrado è evidente e, se era difficile porvi rimedio per un uomo di 90 anni, non lo era per chi ha sempre sostenuto di volergli bene.


Ai pericoli igienico-sanitari che chiaramente si perpetravano da anni, non ci ha pensato chi dice di essersi sentito “come un nipote” per lui, chi ha ricevuto in “dono” abitazioni e terre e nemmeno chi ha imbastito processi mediatici sulla base di qualche dichiarazione. Vicini, airunesi, presenti e passate amministrazioni, tv nazionali che pure erano sul posto, tutti hanno chiuso gli occhi di fronte a questa storia triste di degrado: non quello – che si può risolvere – dell’abitazione di un 90enne che viveva come meglio poteva – ma quello morale di chi ha anteposto i propri interessi al diritto di un uomo di vivere bene e secondo le proprie possibilità.



Piccola nota di commento

A chi sostiene che “Carlo Giraldi vuole vivere da povero” e che “ognuno delle sue ricchezze fa quello che vuole”, sarebbe utile rispondere che fare il bene di un signore anziano significa innanzitutto assicurarsi che abbia condizioni di vita dignitose. E’ chiaro che quello di gennaio – inviato tramite una lettera affissa davanti alla sua abitazione – altro non era che un sommesso grido d’aiuto che, purtroppo, non è stato interpretato come avrebbe dovuto. Carlo Gilardi da più parti è stato vissuto come moneta sonante, come un bancomat ambulante da cui attingere. La speranza è che la legge faccia il suo corso e che gli venga restituito fino all’ultimo centesimo e fino all’ultimo fazzoletto di terra e che chi ha sbagliato – di chiunque si tratti – paghi.



Iscriviti alla nostra Newsletter!


3 5 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] c’è un aspetto di questa storia che va attenzionato.  Rec News, diretto dalla giornalista Zaira Bartucca -pubblica un video che documenta le precarie con… sottolineando come di fronte ad un evidente degrado nessuno ad Airuno si è preoccupato di aiutarlo […]

error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.