Periodico di Inchieste

Verbali del Cts secretati, nuova tegola sul governo


Cosa ha spinto l’esecutivo a fare ricorso al Consiglio di Stato dopo l’ordinanza del Tar del Lazio che imponeva la pubblicazione dei verbali del Comitato tecnico scientifico? Ma l’accesso agli atti non è scongiurato



Di cosa ha paura il governo Conte? Cosa ha spinto l’esecutivo giallo-rosso a fare ricorso al Consiglio di Stato dopo l’ordinanza del Tar del Lazio che imponeva la pubblicazione dei verbali del Comitato tecnico scientifico? Cosa hanno messo (o non messo) nero su bianco i virologi del sistema e i dirigenti – che ammettevano candidamente la conta indifferenziata dei morti – che non deve essere scoperto?


Domande ovvie e risposte altrettanto ovvie. Lo show deve andare avanti ma se la costruzione comincia a cedere dalle fondamenta, il Conte e gli altri saranno costretti a premere il tasto “stop”. Trovandosi a dover dimostrare, dati alla mano, che nulla era come avevano fatto sembrare. Il che comporterebbe il ritorno alla tanto agognata normalità che già gli allarmisti del mainstream si stanno preoccupando di allontanare. Una normalità che non permette a qualcuno di speculare come vorrebbe.


L’accesso agli atti (che secondo le regole della Trasparenza non deve essere precluso ai cittadini) non è tuttavia scongiurato, ma rimandato. Il Consiglio di Stato ha infatto deciso di esprimersi – salvo utili intoppi – il 10 settembre.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


beenhere

Caro amico prima che caro lettore, Rec News ti ricorda che nella Costituzione sono regolati i Diritti inviolabili del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio, cioè il posto dove si abita: è il padrone o la padrona di casa che decide chi vi può accedere e cosa si può fare al suo interno. Ogni cittadino può circolare liberamente all’interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi pacificamente anche in pubblico (Art. 17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art. 20). Diritto inviolabile è l’espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21). Secondo l’Articolo 32 della Costituzione, nessuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, ecc.) se non è previsto dalla legge – non dai Dpcm – per gravi e documentati motivi. Allo stesso modo, può astenersene se le sue convinzioni religiose o sociali non gli consentono di ricevere trattamenti sanitari. Uno governo Democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d’opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non fa le leggi da solo o con i tecnici, ma le sottopone al Parlamento.


0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.