Renzi pubblicizzò i calcianti, ma “dimenticò” di aver partecipato al film russo

Il video in cui l’ex premier ricorda tutto del calcio classico fiorentino, ma non la pellicola co-prodotta dalla Federazione Russa e dal Mibact di Franceschini in cui figurò come attore

L’ex premier Renzi e il Pd sembrano avere un’allergia conclamata alla Russia di Putin. L’ha ribadita il senatore di recente, l’ha sostenuta Andrea Romano in un curioso siparietto in cui ha interrogato il ministro dell’Interno parlando in russo e la spingono testate care al partito. Un’apparenza che sembra guardare poco alla sostanza, visto che nel 2012 il Matteo fiorentino ha partecipato a un film co-prodotto dal Mibact e dalla Federazione russa interpretando se stesso. Un boom nelle sale dell’Est nel 2015, un nulla di fatto in Italia, nonostante il dichiarato interesse culturale suggellato dallo stesso ministero italiano e nonostante i premi al regista. Un rispettabile “cameo” forse retribuito o forse no, che però l’ex sindaco di Firenze non ha voluto mettere in evidenza davanti agli elettori e alla stampa italiana.


Nemmeno quando, nel 2018, ha parlato di calcio classico fiorentino e di “calcianti” dal podio di Canale 9, l’emittente del magnate ebreo che fa parte della sfera di influenza di Hillary Clinton. Una digressione, la sua, ricca di riferimenti storici e più recenti, ma in cui è sparito ogni aneddoto sul film a cui ha preso parte nelle vesti di attore e tuttora non distribuito nelle sale italiane. Come mai?



Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.