Notifiche: t.me/recnews

© Rec News -

del

Immagine Livio Anticoli/Imagoeconomica

L’idillio tra l’avvocato del popolo e i media che sono riusciti a digerire senza batter ciglio lockdown, Dpcm e stato di polizia è finito. Conte non è più premier e oltre alla pessima parentesi politica gli rimane ben poco. Giuseppi non perdona alla stampa un tempo fin troppo amica l’abbandono dopo il declassamento a capo di un movimento ormai estinto. I giornalisti mainstream, dal canto loro, adesso hanno un altro premier da incensare. Ecco allora che basta davvero poco per sollevare fastidi reciprochi, come quel “giornaloni” con un che di dispregiativo che l’ex premier ha pronunciato ad Otto e Mezzo (in basso, nel video). Il termine non è piaciuto a Gruber e agli ospiti, ma se si guarda alla faziosità di determinate trasmissioni e di certi quotidiani e di come sono state trattate determinate notizie – dal covid al Quirinale passando per clima e ora anche dai rapporti tra Russia e Ucraina esasperati fino all’inverosimile – non si può dare torto a chi nutre dei dubbi sull’affidabilità dei media mainstream.

Continua a leggere
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PIEMONTE

Draghi contestato a Torino. In città per il Patto, ma la folla lo accoglie imprecando

In piazza per gridare il loro dissenso contro gli aumenti, le imposizioni sanitarie e l’interventismo c’erano cittadini, partiti, sindacati, studenti e categorie professionali.

© Rec News -

del

Draghi contestato a Torino. In città per il Patto, ma la folla lo accoglie imprecando | Rec News dir. Zaira Bartucca

Prosegue il tour di Mario Draghi per le principali città italiane, rigorosamente – al momento – in quota Pd. Dopo la visita al sindaco di Napoli Gaetano Manfredi e la sottoscrizione del Patto per Napoli, oggi è stata la volta di Torino. La città riceverà tre miliardi in forma di finanziamento ventennale. Mattinata divisa tra i discorsi e i cerimoniali di circostanza e le proteste dei cittadini che si sono radunati davanti al Municipio, davanti alla sede della Rai e in altre vie cittadine. Ampio lo schieramento delle Forze dell’Ordine, che hanno ordinato l’interruzione delle manifestazioni prima pacifiche, provocando attimi di tensione. In piazza per gridare il loro dissenso contro gli aumenti, le imposizioni sanitarie e l’interventismo c’erano anche partiti, sindacati, studenti e categorie professionali.

Continua a leggere

ATTUALITA'

Vaccini, l’ematologo in tv squarcia il velo delle bugie mainstream (video)

Il professore Paolo Bellavite ospite a Di Martedì: “I casi di gravi reazioni avverse riguardano 4000 casi su 100mila, non 40. Nessuna certezza tra beneficio e rischio e sperimentazione ancora in corso. Serve valutazione libera del medico curante, senza pressioni e condizionamenti”

© Rec News -

del

Vaccini, l'ematologo in tv squarcia il velo delle bugie mainstream | Rec News dir. Zaira Bartucca

Continua a leggere

CONTROLLO

“Non lo chiameremo più controllo ma aiuto”, il volo pindarico di Vittorio Colao

Il ministro all’Innovazione firma un nuovo scenario distopico: controlli in casa e un “cambio di mentalità” che servirà a far passare la sorveglianza per assistenza

© Rec News -

del

"Non lo chiameremo più controllo ma aiuto", il volo pindarico di Vittorio Colao | Rec News dir Zaira Bartucca

“Non è divertente chiedere cinquanta volte la stessa informazione, è molto più divertente aiutare il cittadino a, non lo so, fare una modifica alla casa, farla rapidamente, andando poi magari a fare le verifiche per capire se la modifica sia stata fatta nella maniera giusta. Quindi poco a poco ci deve essere un cambio di mentalità in cui si passa dal dire ‘io son qua a controllarti’ a ‘io son qui ad aiutarti’, e poi verificherò l’integrità di quello che fai”. E’ quanto ha detto (min.’03”47) il ministro all’Innovazione tecnologica e la Transazione digitale Vittorio Colao, ospite di una trasmissione televisiva della Rai.

Continua a leggere

5G

Transumanisti al lavoro. Nanobot inseriti nell’organismo di roditori vivi

La rivista Science Robotics ha reso noti le immagini e il video di uno sciame di minuscoli robot che si muove all’interno dell’organismo di un essere vivente

© Rec News -

del

Transumanisti al lavoro. Nanobot inseriti nello stomaco di roditori vivi | Rec News direttore Zaira Bartucca

La rivista Science Robotics ha reso noto le immagini e il video di uno sciame di nanobot che si muove all’interno dell’organismo di un essere vivente, più precisamente nella vescica. L’esperimento è stato compiuto utilizzando un roditore come cavia. Ma cosa sono i nanobot? Lo spiega il sito TecnoAndroid, specializzato in tecnologia. Si tratta di “androidi delle dimensioni di milionesimi di millimetro”, quindi microscopici robot che in futuro potrebbero essere installati anche nell’organismo umano. E’ quanto ha auspicato, per esempio, il ministro dell’Innovazione Vittorio Colao.

Secondo l’ingegnere Nicola Mirotta – scienziato dei materiali ed ex responsabile di ricerca del CNR – questi nanobot, nanorot, naniti o motori molecolari “possono essere sollecitati da stimoli esterni controllati come campi magnetici, campi elettrici e calore“. In un futuro non molto lontano, dunque, potrebbero interagire con il 5G, come anticipato dallo stesso Colao. Ci saranno rischi? Di questi, per il momento, non si parla.

Continua a leggere

VACCINI

“Cavie umane di Pfizer”, quando il mainstream denunciava la casa farmaceutica del vaccino a mRNA (video)

L’orribile contenzioso di Kano: migliaia di bambini africani resi disabili e uccisi per colpa del Trovan, un antibiotico prodotto dall’azienda che oggi vorrebbe vaccinare tutti

© Rec News -

del

"Cavie umane di Pfizer", quando il mainstream denunciava la casa farmaceutica del vaccino a mRNA (video) | Rec News direttore Zaira Bartucca

Antibiotico Trovan Pfizer sui bambini della Nigeria, utilizzati come cavie umane
La casa farmaceutica Pfizer è stata condannata a risarcire le vittime del Trovan

Continua a leggere

Ora di tendenza

Rec News dir. Zaira Bartucca

Copyright © 2022 Rec News - Lontani dal Mainstream. Direttore Zaira Bartucca P.IVA 03645570791 - Vietata la riproduzione anche parziale

error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione