La legge di conversione (con modifiche) del DL44 è in GU. Con la scusa dello scudo penale introdotto un grave precedente legislativo


La malasanità è legge. I reati di omicidio e di lesioni personali colpose causati dai vaccini e “commessi nell’esercizio di una professione sanitaria” saranno “punibili solo nei casi di colpa grave”



Il decreto legge 44/2021 è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. n. 128 del 31 maggio 2021. E’ quindi legge, ma con alcune modifiche. Passa il cosiddetto scudo penale per i vaccinatori, che permette l’instaurazione di un grave precedente legislativo: i reati di omicidio e di lesioni personali colpose (rispettivamente articoli 589 e 590 c.p.) commessi dai vaccinatori “nell’esercizio di una professione sanitaria” o collegati alla situazione di emergenza, potranno essere potenzialmente considerati non gravi, dato che – si legge – saranno punibili solo i “casi di colpa grave”. Assodati l’omidicio, dunque la morte, e le lesioni personali provocate – dunque danni alla salute anche permamenti – il giudice potrà giudicare il sanitario come non colpevole, in forza delle “limitate conoscenze scientifiche al momento del fatto sulle patologie da SARS-COV-2 e sulle terapie appropriate” e delle scarsità di risorse e di esperienza. La legge ammette inoltre, esplicitamente, che tra i vaccinatori sia stato reclutato “personale non specializzato”, con tutti i rischi e le conseguenze del caso.


“Durante lo stato di emergenza epidemiologica da COVID-19, dichiarato con delibera del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020, e successive proroghe, i fatti di cui agli articoli 589 e 590 del codice penale, commessi nell’esercizio di una professione sanitaria e che trovano causa nella situazione di emergenza, sono punibili solo nei casi di colpa grave“.


“Ai fini della valutazione del grado della colpa, il giudice tiene conto, tra i fattori che ne possono escludere la gravita’, della limitatezza delle conoscenze scientifiche al momento del fatto sulle patologie da SARS-CoV-2 e sulle terapie appropriate, nonche’ della scarsita’ delle risorse umane e materiali concretamente disponibili in relazione al numero dei casi da trattare, oltre che del minor grado di esperienza e conoscenze tecniche possedute dal personale non specializzato impiegato per far fronte all’emergenza». “


LEGGE 28 maggio 2021, n. 76 – Entrata in vigore 01/06/2021

0
Cosa ne pensi?x

Iscriviti alla nostra Newsletter!


5 3 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Alf
Alf
18 giorni fa

Creare un precedente legislativo così è cosa da pazzi,mi meraviglio della gente che accetta tutto senza protestare,siamo proprio pecore,ci meritiamo di essere trattati da mentecatti.

error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.