Lega, dalla sovranità nazionale alla sovranità vaccinale


Parafrasando Renzi e la sua ultima fatica letteraria, si potrebbe dire che il partito di Salvini abbia fatto non la mossa del cavallo, ma quella del camaleonte



Parafrasando Renzi e la sua ultima fatica letteraria, si potrebbe dire che la Lega abbia fatto non la mossa del cavallo, ma quella del camaleonte. Romeo (Lega): “Dobbiamo ottenere massimo numero di persone vaccinate nel minor tempo possibile. Bisogna prevedere un’immunizzazione continua e futura in vista delle varianti. Serve un’immunità globale”. (dichiarazioni rilasciate questa mattina a Sky tg24).


Da critici sul vaccino (Salvini sosteneva che dovesse essere volontario) a gendarmi della vaccinazione, da sovranisti a persone che parlano di “sovranità vaccinale”.


Da quelli che criticavano Conte per i Dpcm a quelli che aiutano Draghi a fare l’ennesimo decreto.


Da quelli che ciarlavano di libertà a quelli che invocano il metodo israeliano dello spionaggio di massa e dell’esclusione dalla vita sociale per chi non si vaccina.



Si chiude il sipario sulla Lega. Il contraddittorio non esiste, nemmeno in FdI che semplicemente è in stand-by in attesa del suo turno e della sua fetta di torta.

0
Cosa ne pensi?x

Iscriviti alla nostra Newsletter!


5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.