Microsoft, partono i licenziamenti. Dipendenti sostituiti da robot


L’azienda fondata da Bill Gates presenta il benservito a una parte di forza lavoro. Le loro mansioni dal 30 giugno saranno svolte dall’Intelligenza artificiale



Lo snodo cruciale del post “pandemia” è stato presentato ai dipendenti di Seattle di Microsoft. A una cinquantina di loro, l’azienda fondata da Bill Gates ha dato negli scorsi giorni il benservito. I loro servizi, si sono sentiti dire, “non saranno più necessari dal 30 giugno” in poi. Lo rende noto il Seattle Times. Come mai un’azienda in forte crescita – che tra vaccini e e aziende tecno-farmaceutiche ha puntato tutto sul proliferare del coronavirus – ha optato per dei tagli in organico? Presto detto.


Stando a quanto riferito da alcuni dipendenti, una parte del lavoro di produzione sarà sostituito dall’intelligenza artificiale. A farne le spese saranno soprattutto i produttori di notizie, che tra l’altro tramite i circuiti partner vanno a rifornire i canali mainstream, per i quali Microsoft News “assegnava contenuti”. Aspetto che – da solo – spiega l’etichetta di “filantropo” affibiata con troppa facilità al padre di Microsoft. Un’entusiasmo che non sarà premiato: a “scrivere” i titoli, scegliere le foto migliori e a identificare le tendenze, dal 30 giugno in poi ci penserà un algoritmo.

0
Cosa ne pensi?x

Iscriviti alla nostra Newsletter!


5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.