Seguici

© Rec News -

del

Si fingeva un 14enne e adescava bimbe fino a 13 anni tramite Whatsapp, che poi venivano ingannate, manipolate, ricattate e costrette a intrattenere rapporti sessuali virtuali. Ventisei le vittime finora accertate di un 30enne di Milano, città – raccontano cronache recenti – purtroppo sempre più impestata dal morbo della pedofilia. Il sottobosco degli orrori raccontato da Il Giorno parla di piccole malcapitate che – inconsapevoli – erano finite nella rete dell’orco di turno, fino a manifestare veri e propri disagi psicologici che ben presto hanno catturato l’attenzione dei genitori.

Continua a leggere dopo le foto
Punite le violenze consumate online

Fondamentale è stata la denuncia ai Carabinieri dei familiari di una delle vittime, che ha portato all’individuazione del predatore e del suo arsenale di materiale raccapricciante, più 177 foto rubate a un ragazzino adolescente, che il soggetto fino a quel momento aveva utilizzato per crearsi una falsa identità. Illeciti che gli sono costati 40 capi di imputazione. Il soggetto è stato subito tratto in arresto e per il momento si trova ai domiciliari. I reati contestati sono – tra gli altri – detenzione, cessione di materiale pedopornografico, produzione di materiale e violenza sessuale aggravata dalla minore età delle vittime, anche se commesse tramite smartphone e pc.

“Violenze online sono abusi a tutti gli effetti”

Il pedofilo è accusato di violenza sessuale consumata virtualmente, ma “reale per il codice penale. Perché l’induzione al compimento di tali atti in una bambina che non ha volontà, è a tutti gli effetti un abuso”, hanno spiegato dalla Procura al Giorno.

L’orco è ai domiciliari, ma il pm chiede il carcere immediato: soggetto pericoloso che non può stare in casa da solo

L’inchiesta è stata condotta dagli investigatori della Procura di Milano coordinati dal pm Giovanni Tarzia. Il Riesame ha chiesto i domiciliari per il pedofilo, ma il procuratore si è opposto motivando la decisione con la pericolosità del soggetto e con i rischi connessi al lasciarlo solo in casa, dove potrebbe continuare a consumare – impunito – reati.

Il nucleo anti-pedofilia della Polizia Postale: “Fondamentale la prevenzione”

“La prevenzione è fondamentale. Ai bambini dalle scuole elementari in poi insegniamo che postare la propria immagine sui social o condividerla via Whatsapp può avere conseguenze anche gravi, quindi è necessario esserne consapevoli”. E’ quanto spiegano a Rec News dal Nucleo Anti-pedofilia della Postale di Vibo Valentia, una delle realtà italiane più attive nel contrasto dei reati ai danni dei minori.

Rec News dir. Zaira Bartucca – recnews.it

elezioni politiche rec news dir. zaira bartucca

Direttore e Founder di Rec News, Giornalista. Inizia a scrivere nel 2010 per la versione cartacea dell'attuale Quotidiano del Sud. Presso la testata ottiene l'abilitazione per iscriversi all'Albo nazionale dei giornalisti, che avviene nel 2013. Dal 2015 è giornalista praticante. Ha firmato diverse inchieste per quotidiani, siti e settimanali sulla sanità calabrese, sulle ambiguità dell'Ordine dei giornalisti, sul sistema Riace, sui rapporti tra imprenditoria e Vaticano, sulle malattie professionali e sulle correlazioni tra determinati fattori ambientali e l'incidenza di particolari patologie. Più di recente, sull'affare Coronavirus e su "Milano come Bibbiano". Tra gli intervistati Gunter Pauli, Vittorio Sgarbi, Giulio Tarro, Armando Siri, Gianmarco Centinaio, Michela Marzano, Vito Crimi, Daniela Santanché. Premio Comunical (2014, Corecom/AgCom). Autrice de "I padroni di Riace - Mimmo Lucano e gli altri. Storie di un sistema che ha messo in crisi le casse dello Stato". Telegram: t.me/zairabartucca - sito: www.zairabartucca.it

CONTRASTO PEDOFILIA

Lezione di civiltà dal Perù. Così il presidente Castillo protegge i bambini dai pedofili

“Basta con tanta violenza: i crimini contro i bambini non saranno tollerati da questo governo, né rimarranno impuniti”, ha detto Castillo dopo l’ennesimo orrore che ha provocato lo shock e l’indignazione del Paese

© Rec News -

del

Lezione di civiltà dal Perù. Così il presidente Castillo protegge i bambini dai pedofili | Rec News dir. Zaira Bartucca
Immagine COSAS

Castrazione chimica per i pedofili che si macchiano di crimini contro i bambini. E’ quanto ha disposto il presidente del Perù Pedro Castillo. Il Paese dell’America Latina è uno tra i più devastati dalla piaga degli abusi contro i minori, ma la legislazione in vigore è – ovviamente – tutt’altro che tollerante: per punire gli orchi che si macchiano di atrocità inqualificabili è già in vigore la pena di morte, ma Castillo si è detto risoluto a fare ancora di più.

Continua a leggere dopo le foto

“Basta con tanta violenza: i crimini sessuali contro i bambini non saranno tollerati da questo governo, né rimarranno impuniti”, ha detto Castillo dopo l’ennesimo orrore che ha provocato lo shock e l’indignazione del Paese. Il provvedimento proposto dal capo dello Stato passerà ora al vaglio del parlamento.

Il Perù non è l’unico Paese che impartisce lezioni di civiltà agli Stati che si nascondono dietro il pericoloso ombrello della “tolleranza” giustificando, occultando e ignorando i crimini perpetrati dai pedofili. Anche la Russia porta avanti una politica di repressione di questo dramma sociale: oltre che con la castrazione chimica, nella Federazione i reati commessi dai pedofili vengono puniti con l’ergastolo e con il lavoro forzato nelle miniere siberiane. Per quanto riguarda la castrazione chimica, è applicata anche in Moldova, Polonia, Corea del Sud e Indonesia.

elezioni politiche rec news dir. zaira bartucca
Continua a leggere

CONTRASTO PEDOFILIA

Crimini online, altro colpo agli orchi da tastiera. Sgominata rete di pedofili in Germania

Il club degli orrori contava su migliaia di adepti, impegnati a scambiarsi materiale dal contenuto raccapricciante

© Rec News -

del

Altro colpo agli orchi da tastiera. Sgominata rete di pedofili in Germania | Rec News dir. Zaira Bartucca

Una rete degli orrori che contava su migliaia di adepti, soggetti occupati a scambiarsi nel dark web (il web nascosto) video e immagini raccapriccianti che riguardavano minorenni e bambini. Drammi, abusi e gravissimi disagi psichiatrici cui l’Anticrimine tedesca ha messo fine con una serie di blitz congiunti che hanno portato ad arresti in tutto il Paese.

Continua a leggere dopo le foto
elezioni politiche rec news dir. zaira bartucca
Continua a leggere

CONTRASTO PEDOFILIA

Reati online, sei denunciati nell’ambito dell’operazione Cometa

Decisiva la segnalazione di una madre. I soggetti coinvolti sono ora chiamati a rispondere di gravissimi reati che vanno dalla detenzione di materiale pedopornografico ad atti sessuali contro una minorenne

© Rec News -

del

Reati online, sei denunciati nell'ambito dell'operazione Cometa | RN dir Zaira Bartucca

Le attività investigative della Polizia Postale di Brescia e Milano con il coordinamento della Procura della Repubblica di Brescia hanno portato alla denuncia in stato di libertà di sei uomini responsabili di detenzione di materiale pedopornografico e atti sessuali con minorenne. Per l’avvio delle indagini risolutiva è stata la determinazione della madre di una 14enne, che dopo aver scoperto una serie di immagini raccapriccianti sullo smartphone della figlia non ha esitato a rivolgersi alle Forze dell’Ordine.

Continua a leggere dopo le foto

Le perquisizioni informatiche e domiciliari eseguite nell’ambito dell’operazione denominata “Cometa” (nome che ricorda il Comet del Pizzagate) hanno consentito di rinvenire nei dispositivi degli indagati le chat incriminate e foto e video a sfondo pedopornografico. I sei soggetti coinvolti sono chiamati ora rispondere di gravissimi reati che vanno dalla detenzione di materiale pedopornografico ad atti sessuali contro una minorenne.

Riferimenti esterni: Pedopornografia online, 6 denunciati e una 14enne in salvo
elezioni politiche rec news dir. zaira bartucca
Continua a leggere

Ora di tendenza

© 2018-2022 Rec News - Lontani dal Mainstream. Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione (ROC) n. 31911. Copyright WEB121116. Direttore Zaira Bartucca P.IVA 03645570791 - Vietata la riproduzione anche parziale

Abbonati a Post+ e accedi ai contenuti extra di Rec News

X
error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione
0
Dicci cosa ne pensix