Facta e gli altri. Conflitti di interessi e metodi dei (presunti) sbufalatori del sistema


Chi sono davvero i (presunti) cacciatori di bufale? Chi li finanzia e quali tecniche utilizzano? Perché colpiscono i giornalisti e i comunicatori indipendenti?



Chi sono davvero i (presunti) cacciatori di bufale? Chi li finanzia e quali tecniche utilizzano? Perché colpiscono i giornalisti e i comunicatori indipendenti? A questa e ad altre domande ha fornito una risposta Nobufale.it, sito di fact checker che si propone di contrastare le fake news di regime che trovano nei media mainstream e, appunto, in siti come Butac e gli altri terreno fertile. Nella trattazione coerente e documentata, anche il caso “Facta vs Rec News”.



Scrive Enrica Perucchietti: “I ricercatori indipendenti si trovano a dover fronteggiare gli attacchi costanti di debunkers che alterano spesso la realtà, avvelenando la verità e screditando il lavoro dell’informazione indipendente. RecNews ha pubblicato un articolo a cura di Zaira Bartucca, in cui si risponde punto per punto a un pezzo di Facta contro il sito dal titolo “No, il governo israeliano non dovrà rispondere di «crimini contro l’umanità» per la campagna di vaccinazione” mostrandone la faziosità e i numerosi errori. Il contenuto dell’articolo di RecNews preso di mira da Facta è però corretto così come le fonti e i documenti citati: pertanto RecNews ha inviato una richiesta di rettifica che è stata ignorata. Commenta Bartucca: “Sappiamo già, comunque, qual è l’abitudine di questi siti che non contrastano la disinformazione ma la propagano: ignorare ogni contraddittorio e ogni rettifica”.



0
Cosa ne pensi?x

Iscriviti alla nostra Newsletter!


5 2 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.