Periodico di Inchieste

La grande frode dei dem. Ecco perché la conta dei voti per Trump è “congelata”



Questa notte il presidente degli States ha annunciato il vantaggio in diversi Stati chiave e la vittoria già delineata. Ma, persino dopo la conquista del Texas che gli ha garantito 38 grandi elettori, il conteggio che in Italia è svolto dall’Associated Press è rimasto fermo a 213


La conta dei grandi elettori conquistati da Donald Trump è congelata da ore. Questa notte alle 2 (fuso orario americano) il presidente degli Stati Uniti ha annunciato il vantaggio preponderante in diversi Stati chiave e la vittoria già delineata. Ma, persino dopo la conquista del Texas che gli ha garantito 38 grandi elettori (la soglia per conquistare la presidenza è 270), il conteggio che in Italia è seguito e diffuso mediaticamente dall’Associated Press è rimasto fermo a 213. Negli States la narrazione della CNN è tutta proiettata alla vittoria di Joe Biden, più moderata la lettura della situazione della CBS.



Al netto delle tifoserie, il motivo dello stallo è da attribuire alla scelta di alcuni Stati di non procedere alla conta prima dello spoglio dei voti per posta, quello che notoriamente favorisce i democratici. È qui che si inserisce l’idea del presidente degli Stati Uniti di una battaglia legale in nome della vittoria che i “democratici” vogliono strappare con ogni mezzo: le percentuali, la presa di determinati “swing states” e la conquista dei territori preponderanti, lo davano per vincitore, ma la provvidenziale sparizione di centinaia di migliaia di voti in Pennsylvania, i tempi che si allungano e l’accantonamento dei voti degli Stati a favore di quelli postali, potrebbe far propendere la situazione a favore di “Sleepy Joe”.



beenhere

Caro amico prima che caro lettore, Rec News ti ricorda che nella Costituzione sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (Art.14) che è “inviolabile” come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, né qualsiasi altra restrizione della libertà personale, se non per atto motivato dell’autorità giudiziaria (Art.13). Ogni cittadino può circolare liberamente all’interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art. 17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art. 20). Diritto inviolabile è l’espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21). Secondo l’Articolo 32 della Costituzione, nessuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc.) se non è previsto dalla legge, non dai Dpcm e dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convinzioni religiose o sociali. L’obiezione di coscienza è un diritto. Uno governo Democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d’opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il Parlamento.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


4.3 6 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.