Iscrizione Roc (AgCom) n. 31911

Dopo Wuhan, il video di un altro mercato degli orrori asiatico


Non solo Hubei: anche in Indonesia una rivendita che ricorda quella raccontata dalla CNN. Astenersi sensibili e amanti degli animali



Dopo il video proposto dalla CNN del mercato degli animali vivi di Wuhan e il caso di Yulin (nell’immagine) spunta un altro video degli orrori proveniente dall’Asia. A proporlo su YouTube il 7 febbraio è stato l’Ordine dei Medici di Latina, che ha permesso la divulgazione di un documento prezioso, soprattutto in tempi di emergenze legate al Coronavirus. A inizio riprese, si legge “Langowan”, città indonesiana tristemente nota per il traffico massiccio di carne di cane, come riportato in un’inchiesta de Le Iene del 2018. La Cina, tuttavia, non sta messa meglio: basta guardare all’abitudine di mangiare animali vivi documentata dal portale tematico Cina Oggi. Ma c’è chi, per comodità o interesse, continua a bollare tali contenuti come fake news.



Il trattamento riservato agli animali in Occidente è assimilato alla tortura

Nel video (in basso e a questo link) – la cui visione è sconsigliata a chi è impressionabile e a chi ama gli animali – si vedono topi scottati o appena uccisi, serpenti, teste di suino, pipistrelli infilzati dalla bocca o gatti scuoiati infilzati dall’ano con grossi pali. In Occidente si tratta di pratiche assimilabili alla tortura e assolutamente vietate, mentre in queste zone si tratta semplicemente delle operazioni propedeutiche al commercio alimentare.



Dove sono i vegani o gli animalisti che gridano contro le bistecche fiorentine?

Sempre scorrendo le immagini cruente, si vedono persone che calpestano pozze di liquidi organici provenienti da pesci e mammiferi, e persino una mamma che cammina con un bambino piccolo in braccio. Verrebbe da chiedersi: dove sono gli animalisti (o anche i vegani che ce l’hanno a morte con le bistecche fiorentine) in casi limite come questi?


beenhere

Caro amico prima che caro lettore, Rec News ti ricorda che nella Costituzione sono regolati i Diritti inviolabili del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio, cioè il posto dove si abita: è il padrone o la padrona di casa che decide chi vi può accedere e cosa si può fare al suo interno. Ogni cittadino può circolare liberamente all’interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi pacificamente anche in pubblico (Art. 17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art. 20). Diritto inviolabile è l’espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21). Secondo l’Articolo 32 della Costituzione, nessuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, ecc.) se non è previsto dalla legge per gravi e documentati motivi. Allo stesso modo, può astenersene se le sue convinzioni religiose o sociali non gli consentono di ricevere trattamenti sanitari. Uno governo Democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d’opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non fa le leggi da solo o con i tecnici, ma le sottopone al Parlamento.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.