Seguici

© Rec News -

del

I governi democratici sono quelli filo-europeisti e le elezioni regolari sono esclusivamente quelle in cui viene eletto un leader vicino a Bruxelles. Deve pensarla così Josef Borrell, l’Alto rappresentante dell’Unione europea che ha dichiarato che “l’Ue non accetta i risultati elettorali della Bielorussia” che lo scorso 10 agosto hanno riconsegnato la guida del Paese ad Aleksandr Lukashenko. Una provocazione in piena regola che non è stata ben vista dalla Russia di Putin, che nelle ultime ore ha promesso al leader bielorusso supporto, fosse anche “militare”.

Il presidente (in carica dal 1994) è al suo sesto mandato: tutto regolare, dato che nel 2004 è stato un referendum a cancellare il limite prima vigente di due mandati. Per alcuni uomo forte al comando che ha risollevato le sorti di uno dei paesi satelliti dell’URSS – quella Repubblica Socialista Sovietica Bielorussa che nel 1991 si stacca per inaugurare una stagione di maggiore autonomia, che tuttavia non sarà mai completa – per altri “dittatore”. La figura di Lukashenko sembra essere controversa ma in realtà è solo il copione “sorosiano” che si ripete, sempre uguale a sè stesso.

Ci sono le rivolte di piazza tutt’altro che spontanee, c’è la violenza organizzata e c’è perfino la leader carismatica, quella Svetlana Tikhanovskaya uscita visibilmente sconfitta dalle elezioni che ora si prepara a diventare – per instaurare un parallelismo con il Venezuela – il nuovo Guaidò al femminile. E, probabilmente, a portare a casa gli stessi flop dell’estimatore dei Narcos.

L’aiuto di Putin di certo rincuorerà nell’immediato Lukashenko, ma non risolve l’empasse politica nel lungo periodo. La Bielorussa è un maglione le cui maniche sono tirate dalla Russia e dall’Ue. Ma se il primo rivendica aiuto e progetti reciproci e, soprattutto, la vicinanza storica, geografica e culturale, la seconda semplicemente si è abituata a giocare alla matrigna usurpatrice in casa e fuori, decidendo cosa è democratico e cosa è valido.

Continua a leggere
Commenta per primo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

ESTERI

Cooperazione russo-cinese, annunciata la firma di documenti bilaterali

© Rec News -

del

Cooperazione russo-cinese, annunciata la firma di documenti bilaterali | Rec News dir. Zaira Bartucca

Il 20 marzo 2023 il presidente cinese Xi Jinping si recherà in visita di Stato in Russia. Durante i colloqui verranno discusse questioni inerenti lo sviluppo del partenariato globale e della cooperazione strategica tra Russia e Cina. In agenda anche la cooperazione russo-cinese sulla scena internazionale. Da parte del Cremlino l’annuncio della firma di “importanti documenti bilaterali”.

Continua a leggere

ESTERI

Putin annuncia la creazione di nuove agenzie di sicurezza in Ucraina

© Rec News -

del

Putin annuncia la creazione di nuove agenzie di sicurezza in Ucraina | Rec News dir. Zaira Bartucca

Si è tenuta ieri la riunione del Servizio di Sicurezza Federale russo cui ha partecipato, oltre al presidente della Federazione, anche il direttore dei servizi di sicurezza Alexander Bortnikov. Vladimir Putin, ripercorrendo quanto rimane della “operazione militare speciale” in Ucraina, ha annunciato la “creazione di agenzie di sicurezza nelle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk e nelle regioni di Zaporozhye e Kherson”. Annunciato anche un rafforzamento del contingente FSB nei territori di confine.

Continua a leggere

ESTERI

Ron DeSantis nomina una commissione per la gestione del parco di Walt Disney

© Rec News -

del

Ron DeSantis nomina una commissione per la gestione del parco di Walt Disney | Rec News dir. Zaira Bartucca
Foto Joe Raedle/Getty Images

Il governatore della Florida Ron DeSantis ieri ha firmato un disegno di legge per l’elezione di una commissione straordinaria per sovraintendere la gestione del parco di Walt Disney. Lo riporta Reuters. Il parco era interessato dal un sistema fiscale speciale abolito dallo stesso governatore repubblicano ad aprile dello scorso anno, ufficialmente per frenare l’erogazione di fondi pubblici verso le realtà che si dedicano ad attività di propaganda potenzialmente dannose per i minori. La questione, tuttavia, non si esaurisce con questo, come chiarito nell’ultimo provvedimento.

La commissione, formata da cinque supervisori, si occuperà infatti dei servizi municipali tradizionali, del decoro urbano e della manutenzione delle strade nella regione in cui opera Disney World. L’autorità potrà inoltre rimodulare i costi dei servizi di Disneyland per far sì che il Parco possa sanare i debiti accumulati con la pubblica amministrazione. “Un parco a tema – è stato il commento del governatore – non può avere un proprio governo ed essere trattato in maniera speciale rispetto a tutti gli altri parchi a tema. Riteniamo che non sia stata una buona politica”.

Continua a leggere

ESTERI

Ucraina, le Nazioni Unite approvano la “Risoluzione per la pace”

© Rec News -

del

Ucraina, le Nazioni Unite approvano la "Risoluzione per la pace" | Rec News dir. Zaira Bartucca

E’ stata approvata dalle Nazioni Unite la “Risoluzione per la Pace” in Ucraina con 141 voti favorevoli, 32 astenuti e 7 contrari. L’Italia ha votato a favore. A un anno dallo scoppio formale del conflitto si delinea un possibile clima di distensione tra Russia e Ucraina, rafforzato dalle recenti esternazioni del sottosegretario americano Victoria Nuland, che ha affermato di essere pronta “già domani” a discutere con la Russia il riavvio del trattato New Start sul disarmo nucleare.

Continua a leggere

Ora di tendenza

© 2018-2023 Rec News - Lontani dal Mainstream. Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione (ROC) n. 31911. Copyright WEB121116. Direttore Zaira Bartucca, P.IVA 03645570791 - Testata online con ricavi inferiori ai 100.000 euro esente da registrazione in Tribunale (Decreto Editoria n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012). Vietata la riproduzione anche parziale

Accedi ai contenuti extra di Rec News!

X
error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione