Rec News - Disoccupazione, Italia sempre più giù. Germania e Spagna sempre meglio
Annunci

Disoccupazione, Italia sempre più giù. Germania e Spagna sempre meglio

I dati Eurostat: il 16,3% di chi cerca lavoro in Europa è italiano. E’ il doppio rispetto al 2009. In meno di dieci anni la percentuale di chi non ha un’occupazione è aumentata di quasi otto punti

(Adnkronos) – Lo scorso anno in Italia 2,7 milioni di persone erano in cerca di lavoro. Rispetto al 2009, quando i disoccupati erano 1,9 milioni, si registra un incremento del 44,5%. Certo, osservando gli ultimi anni, con il record raggiunto nel 2014, quota 3,2 milioni di disoccupati, c’è chi guarda il bicchiere ‘mezzo pieno’. Ma andando ancora di qualche anno indietro ci si rende conto che il Paese è ancora in forte difficoltà. I dati, contenuti nelle tabelle dell’Eurostat ed elaborati dall’AdnKronos, mostrano che rispetto al totale delle persone in cerca di lavoro all’interno dell’Ue a 28, che ammonta a 16,9 milioni di cittadini, la quota italiana è pari al 16,3%. Nel 2009, invece, i disoccupati in Europa erano 21,4 milioni di cui l’8,9% erano italiani.


Annunci

In meno di 10 anni la percentuale degli italiani disoccupati nel confronto con il dato continentale è aumentata di 7,4 punti percentuali. I grafici mostrano che il dato peggiora anche rispetto alla popolazione complessiva residente in Italia; infatti nel 2009 risultava disoccupato il 4,2% del totale mentre, lo scorso anno, il dato è salito al 6,1%. In deciso aumento, ovviamente, è anche la percentuale di disoccupati rispetto alla popolazione ‘attiva’ che dal 7,7% è passato al 10,6%.


FRANCIA – L’Italia non è l’unica a trovarsi in una situazione peggiore rispetto al 2009: in Francia i disoccupati sono passati da 2,6 milioni a 2,7 milioni, con un incremento del 3%. Un dato ben lontano da quello ‘made in Italy’, che inoltre deve confrontarsi con altri Paesi dove le cose sono andate molto diversamente.


Annunci

SPAGNA – Osservando solo le principali economie con cui di solito vengono fatti i confronti, emerge che la Spagna dai 4,1 milioni del 2009 è passata a 3,5 milioni, con una riduzione del 16,2%.


GERMANIA – E il confronto con la Germania mostra addirittura una realtà opposta rispetto a quella dell’Italia: le persone in cerca di lavoro sono passate da 3,1 milioni del 2009 a 1,5 milioni dello scorso anno, con una riduzione del 47,4%.


Annunci

Annunci
Tags: ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
WhatsApp chat

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.