La dichiarazione sibillina del presidente dell’Istat: saremo la metà


Blangiardo non ha usato mezzi termini per definire il tracollo demografico che spetta all’Italia



Saremo la metà. Il presidente Blangiardo non ha usato mezzi termini per definire il tracollo demografico che spetta all’Italia tra decessi, poche nascite e invecchiamento generale della popolazione. C’è da dire che dal trend in discesa avevano messo in guardia numerosi istituti, osservatori e lo stesso Senato, che si è speso in diverse attività di divulgazione che abbiamo riportato. Però fino a questo momento le previsioni non erano mai state così cupe. Non più qualche milione in meno, ma addirittura la metà.


Gli italiani – nonostante l’immigrazione massiva che genera di anno in anno nuovi nazionalizzati – rischiano quasi di scomparire. Un allarme sociale, storico ed economico repentinamente aggravato nell’ultimo periodo, le cui cause precise però non sono state ancora specificate e rese note. Blangiardo – pur lanciando l’allarme dalle colonne del Sole 24 Ore – resta vago e in parte si rifà alla “pandemia”, i cui numeri sono tuttavia molto più confortanti.


“Con il passare del tempo – ha detto il presidente dell’INPS – la popolazione perde la sua fisionomia iniziale: stante l’aspettativa di vita alla nascita di circa 80 anni, 400mila nascite sono compatibili con una popolazione che nel lungo periodo si ferma a poco più di 30 milioni, non di 59 come è adesso. Il sistema politico e quello economico devono muoversi per tempo, altrimenti la prospettiva per l’Italia non è solo l’invecchiamento generale della popolazione, di cui si parla tantissimo ma alla fine sembra che non sia una vera emergenza, ma anche un serio rischio per la nostra economia”.

0
Cosa ne pensi?x

Iscriviti alla nostra Newsletter!


3.4 8 votes
Article Rating
Tags: ,
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.