Periodico di Inchieste

L’occhio della Farnesina sulla “Cattura di Cristo”, ora a Kiev


L’Italia fornirà supporto alle operazioni di ripristino della tela e a quelle di ricerca e di analisi per giungere all’eventuale conferma dell’attribuzione a Caravaggio o alla Scuola dei Caravaggeschi



Comunicato stampa

“È un lavoro estremamente delicato e prezioso quello che viene condotto qui grazie all’impegno della Direttrice Strelnikova e degli esperti restauratori”, ha commentato l’Ambasciatore d’Italia in Ucraina, Davide La Cecilia, visitando il Centro Nazionale di Restauro di Kiev. “Da tempo seguiamo questo dipinto” ha proseguito l’ambasciatore, osservando da vicino i lavori di restauro in corso sulla tela della “Cattura di Cristo”, trafugata dal Museo di Arte Occidentale e Orientale di Odessa nel 2008 e ritrovata, fortemente danneggiata, due anni dopo.


“Il quadro è tuttora sotto sequestro in quanto elemento probatorio nell’ambito dell’indagine penale relativa al furto, ma ci auguriamo che presto il pubblico possa tornare ad ammirarlo”, ha affermato l’Ambasciatore, ribadendo la “disponibilità da parte italiana a fornire supporto sia alle operazioni di ripristino della tela, sia a quelle di ricerca e di analisi per giungere all’eventuale conferma dell’attribuzione al Caravaggio o alla Scuola dei Caravaggeschi”.

Slider image
Slider image
Slider image

“Si tratta di una vicenda affascinante e di estremo interesse, alla quale anche da parte ucraina, ai più alti livelli, si guarda con attenzione. Una più attiva collaborazione tra i due Paesi per ridare vita a questo dipinto, con l’esito auspicato di una identificazione di tale prestigio, rappresenterebbe un successo per tutti”, ha concluso l’ambasciatore.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


4.7 3 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.