Mascherine Lazio, chi può evitarle


Potenzialmente, tutti: lo stabiliscono l’articolo 32 della Costituzione e l’illegittimità dello stato di emergenza sancita dal Giudice di Pace di Frosinone. Guardando all’ordinanza, sono invece esenti tre categorie



Dal 2 ottobre con data da destinarsi, le mascherine saranno obbligatorie anche all’aperto nel Lazio. Lo ha stabilito il presidente della Regione Nicola Zingaretti con un’apposita ordinanza. Pensare che già Annibale Marini, presidente emerito della Corte Costituzionale, aveva espresso forti perplessità in merito ai provvedimenti che non presentano una data di scadenza definita.


Anche le rimostranze di associazioni e medici preoccupati per l’utilizzo prolungato (che provocherebbe un afflusso insufficiente di ossigeno al cervello e dunque potrebbe far incorrere in svenimenti e malori, come accaduto di recente a un bambino di Verona) non sono servite. Dalla Calabria alla Sicilia e ora al Lazio, è gara tra gli amministratori a chi è più incurante verso i bisogni e i diritti dei cittadini. A dimostrazione del fatto che la mascherina non sia un toccasana e rappresenti un rischio per i più piccoli e perfino per chi ha bisogno di maggiore protezione, la stessa ordinanza firmata da Nicola Zingaretti prevede l’esenzione per determinate categorie.


Non saranno infatti obbligati a indossare il presidio medico “i bambini al di sotto dei sei anni, i portatori di patologie incompatibili con l’uso della mascherina” e chi compie “attività motoria e/o sportiva”. Bisogna, come sempre, ricordare, che l’articolo 32 della Costituzione stabilisce che “Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario – quale è l’utilizzo della mascherina – se non per disposizione di legge”. Una legge, semplificando, nasce dopo un progetto o disegno di legge su approvazione di entrambe le Camere, deve essere promulgata dal presidente della Repubblica ed essere pubblicata in Gazzetta ufficiale. Niente a che vedere con ordinanze e Dpcm.


Ai laziali non deve preoccupare neppure la minaccia di multe da 400 euro, visto che una recente sentenza che farà giurisprudenza del Giudice di Pace di Frosinone – la 516/2020 del 15 luglio 2020, in basso, nel Pdf – ha stabilito l’illegittimità della proclamazione dello stato di emergenza da parte del governo, dunque anche di tutte le misure regionali e sovra-regionali che ne conseguono.



Iscriviti alla nostra Newsletter!


4.5 2 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
giancarlo casu
giancarlo casu
3 mesi fa

Redazione REC buon pomeriggio, leggo che il TAR Lazio avrebbe dichiarato l’illegittimità dell’emergenza; ma non trovo il dispositivo. visto che mi hanno multato perché mi rifiuto di mettere la loro museruola, mi sarebbe utile fare opposizione ma con dati certi.
Mi potete aiutare a trovare questa sentenza?
Grazie GCC

error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.