Periodico di Inchieste

Possibili danni da vaccino, Zingaretti scarica la responsabilità sulle farmacie


Farmacisti nell’ultima ordinanza della Regione Lazio. Saranno loro a doversi fare carico delle conseguenze dell’inoculazione del farmaco, se questa avviene nel loro negozio



Il presidente della Regione Lazio con l’ordinanza di oggi, 2 ottobre, oltre all’utilizzo della mascherina all’aperto (eccezion fatta per le categorie esentate) ha disposto che 100.000 dosi di vaccino “delle principali tipologie” – che non vengono elencate – vengano messe nelle disponibilità delle farmacie. Proprio dei farmacisti, si legge nel documento, sarà la “responsabilità” conseguente alla somministrazione del farmaco laddove questa avvenga in farmacia, dunque anche quella relativa a possibili danni. Bisogna tuttavia specificare che l’assunzione non è obbligatoria, neppure per particolari categorie quali gli over 65. Lo ha stabilito il Tar del Lazio con una sentenza con cui ha accolto il ricorso proposto da un’associazione.


“La Regione – si legge nell’ordinanza di Zingaretti controfirmata dall’estensore Pamela Maddaloni, dal direttore regionale Renato Botti e dalla responsabile del procedimento e dirigente d’area Alessandra Barca – ha attuato una campagna di acquisti per 2,4 milioni di dosi vaccino delle principali tipologie, demandando ai MMG, ai PLS, ai servizi vaccinali e ai principali ospedali (AO, AOU, PU, IRCCS e ospedali classificati) la copertura delle categorie bersaglio e delle fasce a rischio; allo scopo di perseguire in modo efficace l’obiettivo di generale copertura vaccinale e di assicurare che il Sistema sanitario regionale possa fronteggiare l’aumento di domanda anche per le persone di età compresa tra 18-59 anni, prevede che una quota di 100.000 dosi vaccini, o ulteriore, sia resa disponibile alle Farmacie per:


a) garantire l’acquisto con oneri a carico del cittadino, secondo un prezzo uniforme di partecipazione che verrà all’uopo individuato, e previo rimborso alla Regione del costo sostenuto;
b) consentire loro, in presenza dei requisiti e secondo modalità definite dalla Direzione Salute, oltre che la vendita, anche l’organizzazione di un servizio di somministrazione/inoculazione del vaccino con conseguente assunzione di responsabilità; in tal caso il prezzo verrà definito tenuto conto della maggiorazione generalmente corrisposta ai MMG/PLS”. (scarica e leggi il testo integrale, in basso nel Pdf)



beenhere

Caro amico prima che caro lettore, Rec News ti ricorda che nella Costituzione sono regolati i Diritti inviolabili del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio, cioè il posto (inviolabile) dove si abita: è il padrone o la padrona di casa che decide chi vi può accedere e cosa si può fare al suo interno. Ogni cittadino può circolare liberamente all’interno del territorio nazionale (Art.16), circolare, riunirsi e manifestare in pubblico (Art. 17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art. 20). Diritto inviolabile è l’espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21). Secondo l’Articolo 32 della Costituzione, nessuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc.) se non è previsto dalla legge – non dai Dpcm e dalle ordinanze – per gravi, documentati e passeggeri motivi. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convinzioni religiose o sociali. L’obiezione di coscienza è un diritto. Uno governo Democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d’opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non fa le leggi da solo o con i tecnici, ma le sottopone al Parlamento.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


4.5 2 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.