Periodico di Inchieste

Bellanova si dimetta pure, la sua proposta è indecente

di Giorgio Teani

Il ministro Bellanova è forse la prima di questo governo che ha dichiarato che potrebbe dimettersi prima che gli venga chiesto dall’opposizione. Sperando non siano solo parole lo faccia, si dimetta perché in Italia non ci sarà nessuna maxisanatoria per tutti gli stranieri irregolari. Questo è un “no” secco alla sua proposta indecente, una proposta che non sta né in cielo né in terra. Sarebbe un fatto gravissimo e inaccettabile già in una situazione di normalità una proposta del genere, in un momento come questo non è tollerabile.



Oltre che non rispettare chi lavora tutti i giorni e paga le tasse regolarmente, in questo momento è un insulto a tutti coloro che non possono riaprire le proprie attività, a tutti coloro che non possono tornare al proprio lavoro, a tutto il popolo italiano perché in un momento di piena emergenza il governo non può pensare di regolarizzare gli immigrati, in questo momento il governo pensi ad azioni e aiuti concreti per coloro che sono già Italiani.


Si è proposto di regolarizzare 600mila immigrati o di perdere un ministro: bene, ministro, scegliamo di perdere lei. Non è con una minaccia che ci fa paura, queste cose le facevamo da bambini non da adulti, perché dichiarare che se non passa un decreto lei si dimette è una bambinata, è sinonimo di immaturità il suo comportamento. Il settore va aiutato in modo concreto con lo stanziamento di inventivi a fondo perduto, di certo non con una maxisanatoria.


beenhere

Caro amico prima che caro lettore, Rec News ti ricorda che nella Costituzione sono regolati i Diritti inviolabili del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio, cioè il posto dove si abita: è il padrone o la padrona di casa che decide chi vi può accedere e cosa si può fare al suo interno. Ogni cittadino può circolare liberamente all’interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi pacificamente anche in pubblico (Art. 17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art. 20). Diritto inviolabile è l’espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21). Secondo l’Articolo 32 della Costituzione, nessuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, ecc.) se non è previsto dalla legge per gravi e documentati motivi. Allo stesso modo, può astenersene se le sue convinzioni religiose o sociali non gli consentono di ricevere trattamenti sanitari. Uno governo Democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d’opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non fa le leggi da solo o con i tecnici, ma le sottopone al Parlamento.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.