Periodico di Inchieste

Un team di studiosi italiani ha scoperto le stelle “danzanti”


Si trovano nella costellazione dell’Auriga GUNVAG2, e a scoprirle sono stati sei esperti di corpi celesti. Ecco cosa hanno rilevato



Fosse successo a febbraio, sarebbe stato il regalo ideale da parte degli astronomi agli innamorati. Invece è successo il due marzo. Si tratta della scoperta, da parte di un team interamente italiano, di un “sistema binario di stelle”, nella costellazione dell’Auriga GUNVAG2. Lo comunica il presidente del GAP, Gruppo Astrofili Palidoro, Giuseppe Conzo.


Un “balletto” che dura circa dieci ore

In pratica si tratta di due astri di diverso colore e classificazione, che si trovano a circa 10mila anni luce da noi. La particolarità, è che i corpi celesti ruotano uno intorno all’altro in 9 ore e 54 minuti, e dalla curva di luce si osservano due eclissi. “Per questo – spiega il dottor Conzo – si è stabilita la variabilità di tipo eclisse per il sistema binario”.


Una curva di luce descrive le eclissi stellari

Le “variazioni” hanno attiraro l’attenzione di due tra gli studiosi del team di riferimento, Giorgio Mazzacurati e Paolo Zampolini, che, raccontano, hanno “senza ritardo attivato il team contattando Giuseppe Conzo e Mara Moriconi” al fine di poter effettuare ulteriori osservazioni. Si è potuto osservare, per esempio, la curva di luce, che mostra i picchi che rappresentano le eclissi stellari di 1.37 mag.


I “magnifici sei” sono tutti italiani

I risultati dell’importante scoperta sono stati resi noti sul bollettino dell’American Association of Variable Star Observers (AAVSO). Il team di scopritori è composto dagli italiani Giorgio Mazzacurati e Paolo Zampolini (del Gruppo Astrofili Galileo Galilei), Giuseppe Conzo e Mara Moriconi (del Gruppo Astrofili Palidoro), Giorgio Bianciardi (Università di Siena & Unione Astrofili Italiani) e Nello Ruocco (Osservatorio Nastro Verde).


Iscriviti alla nostra Newsletter!

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.