“Morti” da coronavirus, Puoti (Niguarda): “Rifare i calcoli”


Il direttore del Dipartimento di malattie infettive del noto ospedale di Milano è intervenuto nel corso di un approfondimento televisivo: “Mancano dati certi sui decessi”



Il direttore del Dipartimento di malattie dell’Ospedale Niguarda Ca’ Grande di Milano Massimo Puoti è intervenuto nel corso di un approfondimento del TgCom 24 andato in onda oggi in fascia pomeridiana, dove ha parlato della situazione del nosocomio dopo lo scoppio della presunta emergenza legata al Coronavirus.


L’apprezzato medico ha anzitutto precisato come il Niguarda “non sia in affanno” e continui a contare “sulla disponibilità ordinaria dei posti” e dunque non sia in emergenza. “Sa che presto lo sarà?”, ha inspiegabilmente controbattuto il giornalista e conduttore.


Puoti ha tuttavia inteso rassicurare smentendo i suoi stessi colleghi che in questi hanno parlato di “situazione tragica”, senza tuttavia produrre dati di riferimento. In più, il direttore del Reparto di malattie infettive ha affermato che “non sono disponibili” dati sui decessi da coronavirus” (in questo articolo, un suggerimento sulla nuova gestione dei dati, che dovrebbero essere decentralizzati) e che anzi “i calcoli” ufficiali che in questi giorni stanno facendo pensare a un’emergenza vanno “rifatti”.


Subscribe to our newsletter!



1
Lascia una recensione

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Daniela Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Daniela
Ospite
Daniela

Siete gli unici, o fra i pochissimi a scrivere la verità … Andate avanti, anche per tutti quelli che non hanno la possibilità di parlare!

error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.