Tajani a Von Der Leyen: “freno all’invasione dall’Africa”

Il presidente della Commissione Affari costituzionali controbatte alla candidata alla presidenza CE: “Non c’è piano reale per gestire l’emergenza africana. Nel suo discorso assenti temi come disoccupazione, politica industriale e agricola, piccole e medie imprese”

Il presidente della Commissione Affari costituzionali Antonio Tajani è intervenuto questa mattina in Plenaria durante il dibattito con la candidata alla presidenza CE Ursula Von Der Leyen. Nel lungo monologo della tedesca, che come prevedibile si è concentrato su migrazioni, parità di genere e cambiamenti climatici, Tajani ha rilevato l’assenza di diversi temi, tra cui disoccupazione, politica industriale e agricola, prospettive per le piccole e medie imprese. “Se vogliamo sconfiggere la disoccupazione – ha detto – dobbiamo avere una politica economica che però punti soprattutto sull’economia reale”.


“Abbiamo bisogno – ha proseguito – di una politica industriale europea che abbia un obiettivo, come c’è per la politica ambientale, il 20 per cento del Pil deve provenire dal manifatturiero, industria e agricoltura. Le chiedo di sostenere le Pmi, le chiedo di difendere dall’assalto cinese le nostre industrie. Dobbiamo difenderci dai giganti del web che devono pagare le tasse come tutte quante le altre imprese. Ma serve anche rinforzare la politica agricola. I tagli alla PAC rappresentano un errore. Noi non possiamo dimenticare che l’industria e l’agricoltura sono due fondamentali strumenti per creare occupazione”.


“Per quanto riguarda invece l’immigrazione – ha affermato Tajani – le chiedo di riflettere su ciò che ha anche votato il Parlamento europeo. Nel 2050 avremo due miliardi e mezzo di africani, se non interverremo oggi. Non bastano le guardie di Frontex, serve una vera e propria strategia per investire in Africa, combattere il cambiamento climatico, la povertà, le malattie, difendere l’agricoltura e combattere il terrorismo. Se l’Europa non agisce avremo invasioni di milioni di persone e non di migliaia”.


Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
error:
WhatsApp chat

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.