Aiutare l’Africa? Con l’accordo “Afcfta” il suo pil lieviterà a 3000 miliardi

Secondo il FMI il pil dell’Italia nel 2018 si è fermato a 2083 miliardi. Il documento sottoscritto da 52 Paesi permetterà inoltre un incremento del commercio intrafricano del 53 per cento

(askanews) – “Pietra miliare storica. L’accordo Area africana di libero scambio continentale (Afcfta) è entrato in vigore oggi”: queste le parole del Commissario per il Commercio e l’Industria della Commissione africana, Albert Muchanga, per l’avvio di un’intesa capace di creare un mercato unico africano di oltre 1,2 miliardo di consumatori con un Pil complessivo di oltre 3.000 miliardi di dollari. Sottoscritto il 21 marzo 2018 da 49 Paesi, oggi diventati 52 (solo Eritrea, Nigeria e Benin non hanno aderito finora), l’accordo è entrato in vigore dopo aver superato la soglia della 22esima ratifica.


“Festeggiamo il trionfo dell’impegno audace, pragmatico e a favore di tutto il continente per l’integrazione economica – ha scritto su Twitter Muchanga – lanceremo il mercato il 7 luglio 2019 e inizieremo un cammino di trasformazione per una prosperità certa e inclusiva”. Gli esperti Ua e i ministri del Commercio africani si riuniranno infatti il mese prossimo a Kampala, in Uganda, per definire gli strumenti di sostegno necessari per il lancio della fase operativa dell’Afcfta, in occasione del vertice straordinario dei capi di Stato e di governo in programma il 7 luglio a Niamey, in Niger. Secondo la Commissione economica Onu per l’Africa, l’accordo potrebbe incrementare del 53% il commercio intrafricano.



Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
error:
WhatsApp chat

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.