Venezuela, Mattarella si schiera

Il Presidente della Repubblica e l’appello al governo di condividere “la linea dell’Ue”. Sull’auto-proclamato presidente Guaidò rimangono, tuttavia, forti perplessità per il modus operandi e per le vicinanze, tanto che dai palazzi c’è già chi prende le debite distanze

Il Presidente della Repubblica ha rivolto un appello al governo sulla questione del Venezuela, che negli ultimi giorni si è fatta ancora più accesa. Mattarella ha invitato Salvini, Di Maio e Conte a giungere a una posizione condivisa, suggerendo loro di raccogliere la linea intrapresa dall’Unione europea.


Scelta non facile dato che dopo l’iniziale adesione di Matteo Salvini al possibile nuovo esecutivo (che sarebbe imposto in quanto non passerebbe attraverso regolari elezioni: in Italia casi analoghi sono stati i governi Monti, Letta, Renzi e Gentiloni) sono emerse le prime conoscenze scomode del giovane e rampante politico.


Annunci

Anzitutto la vicinanza con i piani alti della massoneria, che già stride di per sé con i propositi (iniziali e mai messi a frutto del governo conte). Altro aspetto da considerare è, poi, il modus operandi di Guaidò: vuole traghettare il Venezuela verso regolari elezioni – ammoniscono Ue, democratici e lo stesso Mattarella che per l’ennesima volta ha abbandonato la veste di garante imparziale – ma senza promuoverle.


Si sprecano, prevedibilmente, le manifestazioni di sostegno. Ma dalla Catalogna alle varie rivoluzioni colorate non sarebbe il primo caso di consenso costruito. Maduro ha risposto sfilando con a fianco le Forze Armate venezuelane. L’annuncio implicito di un colpo di Stato? Maduro in carica, quello vero sarebbe quello di Guaidò, auto-proclamatosi presidente ad interim e mai legittimato dall’espressione popolare.


Annunci

Annunci

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
WhatsApp chat

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.