Notifiche: t.me/recnews

© Rec News -

del

Torna il Concerto di Pasqua, che si svolgerà il 17 Aprile alle 20 nella monumentale Basilica di Sant’Andrea della Valle, riunendo per la prima volta a Roma dallo scoppio del conflitto musicisti e cantanti russi ed ucraini. Prevista la partecipazione del soprano ucraino Eva Dorofeeva (nella foto) e del mezzosoprano russo Liudmilla Chepurnaia, accompagnate da un’orchestra appositamente formata da musicisti ucraini e russi per un canto della pace di grande valenza simbolica. Il Festival di Pasqua sarà così la prima manifestazione al mondo a far cantare e suonare insieme musicisti ucraini e russi “a Roma, capitale del Cristianesimo, per gridare con la forza della musica – ha dichiarato l’organizzatore Enrico Castiglione – che si può e si deve essere tutti fratelli, tutti amici e non nemici, all’insegna della preghiera che è la musica stessa e della bellezza armoniosa del suo canto di pace. Una presenza dal forte impatto emotivo e simbolico, a testimoniare ancora una volta che si può suonare insieme anziché spararsi, all’insegna della straordinaria musica che grandi compositori d’ogni epoca hanno scritto per testimoniare il Divino e il Sacro”.

Eva Dorofeeva e Liudmilla Chepurnaia Schiavotti canteranno dirette da Stefano Sovrani, alla guida dell’orchestra russa-ucraina, con la regia dello stesso Enrico Castiglione, con la partecipazione di una terza cantante, il giovanissimo soprano Kateryna Chebotova. L’ingresso è gratuito fino all’esaurimento dei posti disponibili. In programma oltre un’ora e mezza di musica, con un vasto repertorio di musica sacra e arie di Johann Sebastian Bach, Wolfgang Amadeus Mozart, Arcangelo Corelli, Alessandro Stradella, Georges Bizet, Jules Massenet, Pietro Mascagni, César Franck. Non mancheranno duetti, che impegneranno insieme la Dorofeeva e la Chepurnaia in brani dallo Stabat Mater di Pergolesi, ma anche arie come il Panis Angelicus dalla Messa Solenne di César Franck, compositore di cui quest’anno festeggiamo il 200° anniversario della nascita.

La XXV edizione del Festival di Pasqua è stata inaugurata il 10 Aprile con il Concerto per la Domenica delle Palme che si è svolto nella monumentale cornice del Pantheon di Roma sotto il patrocinio del Perinsigne Capitolo della Basilica di Santa Maria ad Martyres Pantheon di Roma e che ha visto la partecipazione del Coro della Cappella Musicale del Pantheon diretto da Michele Loda: il programma ha offerto il rarissimo repertorio della musica gregoriana e polifonica, arricchito da brani di Franz Schubert e di Lorenzo Perosi. Il Festival di Pasqua 2022 sta dunque proseguendo con la tradizionale serie di concerti per organo e di musica sacra con esecuzione di capolavori come lo Stabat Mater di Pergolesi e Le ultime sette parole di Cristo sulla croce di César Franck, rarissimamente eseguito e i tradizionali programmi dedicati al Triduo. Si concluderà infine il prossimo 5 Giugno con il Concerto di Pentecoste che nella Basilica di Sant’Andrea della Valle renderà omaggio a César Franck, con l’esecuzione della celeberrima Messa Solenne: la Schola Cantorum del Festival di Pasqua, il Coro Quadriclavio di Bologna, il Coro della Cappella Giulia e l’Orchestra del Festival di Pasqua saranno diretti da Lorenzo Bizzarri.

Fondato nel 1998 dal regista e scenografo italiano Enrico Castiglione con l’obiettivo di creare a Roma, capitale mondiale del Cattolicesimo, un festival dedicato al patrimonio artistico del Cristianesimo in occasione del Giubileo, il Festival di Pasqua ha offerto in ogni edizione in tutti questi 24 anni un calendario di concerti ed eventi di Musica Sacra di tutto rispetto, avvalendosi di complessi corali, orchestrali ed artisti di fama mondiale, offrendo programmi del grande repertorio sacro dalla nascita dell’oratorio come forma di elevazione liturgica in musica alle più recenti e significative creazioni contemporanee, ma anche e soprattutto prime mondiali e riscoperte di opere, oratori e concerti dimenticati se non addirittura mai più eseguiti in Italia e nel mondo: esecuzioni divenute storiche, trasmesse dalle principali reti televisive internazionali.

Durante il corso della sua storia si sono esibiti al Festival di Pasqua artisti come Montserrat Caballé, José Carreras, Mstislav Rostropovich, Placido Domingo, José Cura, Renato Bruson, Katia Ricciarelli, Cecilia Gasdia, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Carl Anderson, Uto Ughi, attori hollywoodiani come James Caviezel, Michael York, Louis Gossett jr. ed italiani come Arnoldo Foà, Walter Maestosi, etc., spaziando dalla musica gregoriana e polifonica alla valorizzazione delle pagine dei grandi compositori d’ogni tempo.

Continua a leggere
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ARTE & CULTURA

La mostra Ghê Gaia Terra al Museo delle Mura di Roma

Le opere degli artisti contemporanei rappresentano la natura e contemporaneamente vi si interfacciano, creando un continuum suggestivo. Il complesso museale dal 1990 vanta infatti un percorso espositivo esterno immerso nel verde

© Rec News -

del

Rimarrà esposta fino al 22 maggio la mostra “Ghe Gaia Terra” curata da Antonietta Campilongo. In una location d’eccezione totalmente immersa nella natura: il Museo delle Mura Aureliane di Roma che, oltre alle sale allestite nelle torri interne, dal 1990 vanta un percorso espositivo esterno tutto proiettato sui campi circostanti. Un connubio perfetto: le opere degli artisti contemporanei rappresentano la natura e contemporaneamente vi si interfacciano, creando un continuum suggestivo (guarda la gallery dopo la pubblicità – clicca per ingrandire).

Continua a leggere

COME FARE PER

Fissare facilmente il prezzo di vendita di un immobile

Il processo di vendita non è cosa semplice perché sono molti i fattori da tenere in considerazione. Dall’annuncio alla trattativa, ecco come districarsi tra le varie tappe e ottenere valutazioni immobiliari professionali

© Rec News -

del

Come fissare facilmente il prezzo di vendita di un immobile

Vendere casa può rivelarsi un’operazione più complessa del previsto, specie se i tempi in cui si auspica la chiusura dell’accordo devono essere brevi.

Si sa, infatti, che il mercato immobiliare è estremamente volatile, soprattutto negli ultimi periodi, per cui i tempi di realizzazione della vendita sono cruciali per la chiusura di un buon affare. Prima si riuscirà a vendere l’immobile, maggiori saranno le possibilità che il prezzo proposto sia in linea con il mercato di riferimento.

Il processo di vendita, infatti, non è cosa semplice e il proprietario di casa dovrà tener conto di molti fattori oltre che adoperarsi per proporre sul mercato la migliore offerta possibile.

Questo implica, prima di tutto, prendersi cura dell’appartamento, ripulendo, riparando il necessario o addirittura ristrutturando, ma comporta anche seguire la pubblicazione dell’annuncio, la sua diffusione e pubblicizzazione, il calendario degli appuntamenti, tutta la fase della trattativa.

Quest’ultima, in particolare, richiede pazienza e doti professionali specifiche che si concretizzano, principalmente, nella proposta di un prezzo di partenza congruo con i trend di mercato e le caratteristiche dell’immobile in vendita.

In altre parole, per fissare il giusto prezzo, è fondamentale partire dal valore effettivo dell’immobile, più che da libere interpretazioni e stime.

Se è vero che esistono dei prezzi medi al metro quadro con cui vengono venduti gli appartamenti nelle diverse zone della città, è pur vero che la localizzazione geografica non basta a individuare il valore immobiliare.

Cos’altro serve dunque, per districarsi in questo compito apparentemente semplice?

Serve effettuare diversi calcoli, sulla base di dati oggettivi, come ci spiega con dovizia di dettagli la guida sulla stima del valore casa stilata da Dove.it, agenzia immobiliare online specializzata anche nelle valutazioni immobiliari professionali.

Sin dalle prime righe emerge l’importanza del valore della casa come base di partenza per l’elaborazione del prezzo di vendita, pena il rischio di vendere in perdita o prolungare eccessivamente i tempi delle trattative con i potenziali acquirenti.

Scorrendo lungo l’articolo si possono scoprire gli ingredienti necessari a effettuare questo calcolo in maniera corretta e in perfetta autonomia.

Il primo corrisponde con la metratura esatta dell’immobile, che non si ottiene sommando le superfici di tutti gli ambienti dell’appartamento, ma da una somma delle superfici calpestabili degli ambienti coperti considerati al 100% ed una quota ponderata di quelle scoperte.

In seguito, va attribuito il valore al metro quadro sulla base delle quotazioni riportate dall’Agenzia delle Entrate, per mezzo dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare – OMI. A questi va applicato, successivamente, il coefficiente di merito, una variabile che tiene conto di specifiche caratteristiche dell’immobile, non considerate nella quotazione precedente.

Ottenuti tutti questi dati, il calcolo finale restituirà il valore esatto dell’immobile da mettere in vendita.

Ogni singola variabile può essere approfondita nella guida di Dove.it, che può essere utilizzata come bussola per svolgere la procedura in modo esatto, seguendo semplicemente le “istruzioni” riportate.

Continua a leggere

TECH

Assunzioni docenti, al via le prove del concorso STEM

Previsti 37.158 partecipanti per 1.685 posti messi a bando

© Rec News -

del

Assunzioni docenti, al via le prove di concorso STEM | Rec News dir. Zaira Bartucca
Immagine Cartesio Centro Studi

Si svolgeranno il 3, 4 e 5 maggio 2022 le prove per le classi di concorso per le materie STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics), nell’ambito del Concorso straordinario bis per l’assunzioni docenti per la Secondaria di I e II grado. Per le materie STEM sono previsti 37.158 partecipanti per 1.685 posti messi a bando.

Per la classe A020 (Fisica), 2.825 partecipanti per 202 posti; A026 (Matematica), 7.657 partecipanti per 438 posti; A027 (Matematica e Fisica), 3.820 per 421 posti; A028 (Matematica e Scienze), 19.305 per 366 posti; A041 (Scienze e Tecnologie informatiche), 3.551 per 258 posti.

Continua a leggere

TECH

Twitter, in arrivo nuova funzione

Anche Twitter nel giro di qualche mese potrebbe dotarsi come gli altri social del tasto “edit”. La funzione, già attiva da tempo su Telegram, dovrebbe permettere di apportare modifiche ai Tweet e di porre rimedio a errori di battitura o a “cinguettii” non riusciti

© Rec News -

del

Twitter, in arrivo nuova funzione | Rec News dir. Zaira Bartucca

Anche Twitter nel giro di qualche mese potrebbe dotarsi come gli altri social del tasto “edit”. La funzione, già attiva da tempo su Telegram, dovrebbe permettere di apportare modifiche ai Tweet e di porre rimedio a errori di battitura o a “cinguettii” non riusciti. Dall’azienda fanno tuttavia sapere che le modifiche saranno “rintracciabili” e che verrà comunque conservata una copia dei messaggi originali. Non è detto che l’idea – che sarà sperimentata prima in Twitter Blue – diventi concreta, anche in forza degli sconvolgimenti societari che sta vivendo l’azienda. Un primo annuncio, comunque, è stato fatto.

Continua a leggere

AD

Mettere casa in affitto: quali tutele per il proprietario?

Il mercato degli affitti attraversa un periodo florido, complice anche la ripresa diffusa delle attività sociali. Sempre più persone pensano a nuove soluzioni abitative, senza tralasciare l’opzione di trasferirsi in altre città o semplicemente in un’altra abitazione. Ecco perché è necessario affidarsi a professionisti del mercato immobiliare

© Rec News -

del

Mettere casa in affitto: quali tutele per il proprietario?

Il mercato degli affitti attraversa un periodo florido, complice anche la ripresa diffusa delle attività sociali. Sempre più persone pensano a nuove soluzioni abitative, senza tralasciare l’opzione di trasferirsi in altre città o semplicemente in un’altra abitazione. Il rapporto tra proprietari e inquilini è tradizionalmente passibile di criticità. Da un lato, l’inquilino vorrebbe trovare un locatore disponibile, con cui sia sempre possibile un confronto: insomma ancor prima dell’appartamento giusto cerca il proprietario ideale. Dall’altro, il locatore ambisce a trovare locatari dal comportamento ineccepibile ma soprattutto affidabili. Affidabilità che si traduce anche nella puntualità nel pagamento del canone mensile.

Affidarsi al miglior consulente immobiliare della propria zona consente di trovare un inquilino velocemente, senza soccombere sotto il peso della normativa spesso ostica degli affitti. In tal senso, Zappyrent è l’interlocutore ideale per i proprietari di casa che vogliono mettere in affitto il proprio appartamento. Sempre più apprezzato dai consumatori, Zappyrent è il portale che mette in contatto proprietari e inquilini, selezionati preventivamente e rigorosamente, offrendo affitti sicuri. Come? Mettendo a disposizione di ogni proprietario una scheda contenente tutte le informazioni necessarie sul potenziale conduttore (profilo individuale, stabilità economica, ecc.). Inoltre, qualora l’inquilino non pagasse il canone, il locatore viene ulteriormente tutelato. L’importo, infatti, viene comunque versato da Zappyrent, che si occupa anche di un eventuale sfratto.

L’intenzione, però, non è quella di addentrarsi nell’annosa questione dei pagamenti puntuali. Un immobile in affitto deve essere il più aderente possibile alle aspettative dei futuri inquilini. Non basta che sia di valore: quel valore è necessario comunicarlo.

Far distinguere la propria casa in mezzo a migliaia di annunci è un’impresa ardua solo se non si riserva alla promozione della stessa il giusto tempo. Promozione che però è strettamente legata a mettere in risalto quelli che sono i reali punti di forza. Alcuni locatori tendono invece a farsi trasportare dall’onda emotiva dettata dal legame affettivo con la propria casa, dando per scontato che la casa piacerà a prescindere.

Prima di pensare di affittare casa, non bisogna inoltre dimenticare che c’è una precisa ripartizione delle incombenze di manutenzione. L’inquilino è tenuto ad occuparsi di tutte quelle attività che afferiscono alla manutenzione ordinaria. Il proprietario dell’immobile, invece, deve provvedere alla manutenzione straordinaria (lavori di riparazione o cambio di parti anche strutturali; integrazione di servizi igienico sanitari e tecnologici).

Continua a leggere

Ora di tendenza

Rec News dir. Zaira Bartucca

Copyright © 2022 Rec News - Lontani dal Mainstream. Direttore Zaira Bartucca P.IVA 03645570791 - Vietata la riproduzione anche parziale

error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione