Trading online, “a rischio il risparmio del 90% degli utenti”


L’analisi della startup Cover Trading


Comunicato stampa

Il 2021 ha stravolto la routine di milioni di Italiani che in molti casi sono stati costretti a ridimensionare la propria impresa, hanno perso lavoro o stanno lavorando da remoto. Tutti si sono resi conto dell’importanza della diversificazione del proprio business, e tutti hanno avvertito la necessità di generare delle entrate extra. Molto forte anche l’esigenza di gestire i propri risparmi, avendo risparmiato più soldi, vista l’impossibilità di spendere a causa dei negozi chiusi e delle frontiere bloccate.  


Per questi fattori ha avuto un impennata molto forte l’interesse per il trading online, ovvero la compravendita di strumenti finanziari, oggi accessibile a tutti grazie a piattaforme via internet.  


I dati parlano chiaro:

  –       Quadruplicato in un anno e mezzo il numero di Broker iscritti nell’albo Consob autorizzati ad operare nel 2021. Ben 868 contro i 242 del 2019 e i 138 del 2018  (fonte Consob); 
–         Raddoppiato il volume d’affari della maggior parte dei broker;  
–         Balzo nelle ricerche medie mensili del 90% delle parole più cercate come “forex” “trading online” “criptovalute” “borsa”, con un incremento da 3 a oltre 5,1 milioni.


Attenzione però. I numeri dicono che circa il 90% dei traders perde (dati ufficiali dichiarati dai brokers e ricerca di enti).

0
Cosa ne pensi?x

Iscriviti alla nostra Newsletter!


5 2 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.