Ebola, è emergenza sanitaria globale. Ma l’Oms rifiuta misure di contenimento

L’epidemia nel 2014 ha causato più di 11mila morti in Africa. I pericoli per tutti gli Stati aggravati dall’immigrazione irregolare, che avviene in assenza di controlli

(askanews) – L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha annunciato oggi che l’epidemia di Ebola, che ha ucciso circa 1.700 persone dalla scorsa estate nella Repubblica Democratica del Congo, è ora “un’emergenza sanitaria globale”. Il direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, citato dalla France Presse, ha affermato che è “tempo per il mondo di prendere atto” dell’epidemia. L’agenzia Onu, specializzata per la salute, ha preso la sua decisione dopo la scoperta di un caso mortale nella seconda città più grande della RDC, Goma, al confine con il Ruanda. A giugno, due casi sono stati rilevati anche nella vicina Uganda.



L’emergenza sanitaria globale è una misura eccezionale, che è stata dichiarata solo quattro volte dall’OMS: nel 2009 per l’influenza H1N1, nel 2014 per la polio, nel 2014 per l’epidemia di Ebola che ha fatto oltre 11.300 morti in tre paesi dell’Africa occidentale (Liberia, Guinea, Sierra Leone) e nel 2016 per il virus Zika.


Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
error:
WhatsApp chat

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.