I “sette milioni” e “la potenza della Chiesa”

Esclusiva. La Trascrizione del file audio in possesso di Rec News in cui Tommaso Stenico e Wood parlano della somma in ballo e degli immobili che, su richiesta dello stesso monsignore, sarebbero finiti nelle disponibilità del Vaticano

Ventisette marzo, Pasqua 2016. Monsignor Tommaso Stenico, Armando Wood (già segretario del controverso movimento “Il centro-Terzo Polo1) e due imprenditori calabresi si riuniscono nell’appartamento del primo, a Roma. Ne abbiamo già scritto nell’articolo I soldi per l’Africa e i tre dell’Ave Maria e nel successivo, Il milioncino del monsignore. Nella conversazione Stenico parla chiaramente delle spartizioni della somma che, tramite la fondazione “Il Buon Samaritano“, sarebbe entrata nelle disponibilità di chi aderiva all’ampio progetto. Viene menzionato anche un immobile, che Stenico vuole venga venduto. Il passaggio sulla sede amministrativa riguarda invece il network di comunicazione che i quattro stavano tentando di mettere in piedi. In una parte si parla di “vessazione”, in un’altra viene richiamata la “potenza della Chiesa” per risolvere il rallentamento del progetto messo in piedi da Stenico e Wood.


Imprenditore 1:E quindi l’hanno presa in considerazione?

Stenico: Subito, immediatamente. Mi ha scritto, io l’ho letto adesso, ma lui già alle 14.55 il rappresentante a Roma della (omissis) scrive: per (omissis) ha dato prontezza, puoi procedere.

Imprenditore 1: Ok.

Monsignor Stenico: Armando, ok, miracolo…e lui scrive a me: leggi quando sentono che alle spalle c’è la Chiesa!

Imprenditore 1: Gli dicevo a (menziona imprenditore 2) monsignore che quando sei avvilito che tutte le finestre pare che si chiudono, ci si apre un portone, e almeno uno…

Imprenditore 2: Io voglio dire…non voglio essere né pessimista (…)

Imprenditore 1: Lì vedi un po’ di Cristianità.

Imprenditore 2: Io a lui l’ho fatto venire nel mio ufficio per organizzare un bel funerale.

Imprenditore 1: Si.

Imprenditore 2: che lui stava già preparando tutto quello che è necessario.

Monsignor Stenico: No no, ancora non ha preparato.

Imprenditore 2: Ancora non hai preparato.

Imprenditore 1: C’è tempo per queste cose

Monsignor Stenico: Si!

Imprenditore 1: Eheh.


Monsignor Stenico: No ma io spero, io veramente spero che si possa chiudere. Hai visto come hanno diviso qua..adesso 5, poi 15, poi 20

Imprenditore 2: Bene è meglio così, è meglio così.

Monsignor Stenico: L’unica cosa è

Imprenditore 2: Si è la gestione poi della di questo, di questo, dei soldi

Monsignor Stenico: Beh li voi poi dovete saperci fare con…con…giustamente come dicevate la sede finanz..la sede amministrativa

Imprenditore 1: Roma.

Monsignor Stenico: in Croazia presso qualcosa, non so inventatevi qualcosa

Imprenditore 2: Un ufficio

Monsignor Stenico: E si apre un ufficio della (…) a a

Imprenditore 2: Che c’è guerra in Croazia?

(parlano della Croazia)

Imprenditore 2: Avevo dato a lui questo appartamentino a (…) che sono affezionato, però

Monsignor Stenico: Ah, da vendere!

Imprenditore 2: per realizzare

Monsignor Stenico: No! Venderlo! Venda adesso!


Imprenditore 2: No no…che…aspe..se devo vendere domani mattina io salgo, sennò, qui ci vuole un mese.

Monsignor Stenico: No, quindici giorni.

Imprenditore 2: Qui bisognerebbe prendere una calcolatrice e calcolare la probabilità della fattibilità, del buon risultato, del buon esito, di eventuali incidenti di percorso.

Monsignor Stenico: Lui ha detto che, lui ha detto, hai visto te l’ha sollevato subito il problema. Il problema è hai la banca in Italia che accetta il pagamento? No, non c’è!

Imprenditore 2: No? Tutte le banche accettano i pagamenti, non accettano condizioni di vessazione. Pagamento è un discorso, essere responsabili di un (…) è un altro discorso.

Monsignor Stenico: (…) soldi per prendere

(entra nella stanza Armando Wood)

(saluti)

Armando Wood: Hai letto il messaggio?

Monsignor Stenico: Ho letto e gliel’ho detto!

Imprenditore 2: Già ci ha dato


Armando Wood: Mi ha chiamato il dottor De Sena, eccolo qua. Un attimo solo..e poi l’ho chiamato e m’ha detto il perché, perché è venuto meno, eccolo qua

Monsignor Stenico: Ah quindi non è la potenza della Chiesa?

Armando Wood: è venuto meno…ecco qua. Per (…) ha dato contezza puoi procedere. Ok, miracolo gli ho scritto. Uh uh uh (ride) E poi l’ho chiamato dico Vincè, che è successo? Dice niente tu me l’hai detto, siccome sta alle spalle ci sta un monsignore…allora io ho chiamato (…). Ho detto non perdete tempo, questa si fa, e dice e siccome teniamo sette milioni che mi son tornati indietro (…) questi qua, eheheh…

Monsignor Stenico: quindi ce ne ha sette?

Armando Wood: Da sette.

Monsignor Stenico: (…) cinque

Armando Wood: Allora, il discorso è

Monsignor Stenico: vuol dire, vuol dire che uno è per me

Imprenditore 2: Cerchiamo di capire

Armando Wood: (…)

Imprenditore 2: Allora questa è la presentazione del progetto

Armando Wood: dottore un attimo solo perché devo mettere la luce

Imprenditore 2: In sintesi non ho messo tutto il pacchetto

Monsignor Stenico: No per questi bastano, perché dopo, dopo quando faremo…


Fonti esterne:
1 Il Caffé di MeliadòTutto-Scilipoti: sul candidato pdl al Senato, l’ombra di una presunta truffa (e di amicizie un po’ così…)
di Mario Meliadò – Pagina archiviata qui – Copia immagine jpg


Tags:

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
error:
WhatsApp chat

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.