Zenit

30/12/18 – Mattarella nomina Cavaliere un marocchino irregolare
Avrebbe avuto il merito di salvare una dottoressa al centro di un presunto caso di malasanità a Crotone su cui indagano gli inquirenti. Eppure il Presidente della Repubblica ha pensato bene di insignirlo dell’ambita onorificenza (Leggi)

24/12/18 – Auguri dalla redazione di Rec News
Il bilancio dei primi tre mesi di attività e l’informazione d’inchiesta che rinasce, lontana dalle agenzie e dalle “news” preconfezionate. L’editoriale (natalizio) della responsabile (Leggi)

20/12/18 – Il “sogno europeo” che ha ucciso Antonio
Un funerale di Stato gonfio di simboli non basta a lavare le responsabilità delle istituzioni per la morte di Megalizzi e non cancella le pecche della fallita integrazione. E’ il momento del raccoglimento, non quello dello sciacallaggio (Leggi)

13/12/18 – Commissariati dall’Europa e pure contenti
Nella politica degli sciuscià c’è da scegliere tra la sola pulizia e quella con annessa lucidatura. Cliente è l’Europa, che ai piccoli e poco intraprendenti italiani sa di poter imporre tutto. La variante “popolo”, però, a torto non viene considerata (Leggi)

27/11/18 – Salvini, trasformatore o trasformista?
La linea morbida con i migranti, le stranezze sui viaggi istituzionali in Africa, la comunicazione “amica” di giornalisti e giornali vicini all’opposizione. Luci e ombre del ministro dell’Interno che piace alla gente ma è atteso al varco (Leggi)

15/11/18 – Giornalisti, è il momento di fare autocritica
“Sciacalli” che si sentono santi, poi parassiti che da soli succhiano l’intero sistema dei finanziamenti. La riforma e l’abolizione dell’Odg annunciate da Crimi? In ritardo, come il modo di concepire la categoria. (Leggi)

14/11/18 – Migranti “bene” in aereo, è la fiera dell’ipocrisia
A Pratica di Mare sono giunti con un “corridoio umanitario” 51 nigeriani. Eppure in Africa si continua a morire per malnutrizione e malattie. Con i 42 euro pro capite a settimana regalati da Salvini si potrebbe garantire la sopravvivenza a nove bambini che rischiano (davvero) la vita. Oppure guardare all’Italia dei cinque milioni di poveri assoluti (Leggi)

01/11/18 – Ci mancava pure il Fascistometro
Si dà la colpa alla carta ma la verità è che la stampa “ufficiale” è in declino per la carenza di contenuti veri. L’Espresso è un buon esempio. Un tempo voce autorevole, l’impronta ideologizzata non gli basta più. Da oggi ci mette la “zampa” con il test trabocchetto che fa credere a chi risponde di essere fascista (Leggi)

13/10/18 – Migranti via da Riace, ora il re è nudo
Su Riace e su Mimmo Lucano se ne dicono tante, ma il borgo Reggino lo conoscono solo i calabresi e chi ci è stato. Noi ci siamo andati di persona. Dedichiamo questo Zenit a chi parla dalla scrivania e la vera anima di un paese devastato non la coglierà mai (Leggi)

11/10/18 – Il vizietto di Francesco Storace e amici
Se non ci sono argomenti mette in moto la macchina del copia-incolla e parte. Il nostro articolo su Mimmo Lucano gli è piaciuto talmente tanto che non ha cambiato nemmeno una virgola (Leggi)

02/10/18 – Lucano ai domiciliari, crolla il modello (ipocrita) di Riace
L’integrazione all’acqua di rose, quella conosciuta bene dalle Ong che serve a ingrassare se stessi e le proprie tasche anziché sanare drammi sociali, avveniva a Riace, in Calabria. La cittadina in provincia di Reggio Calabria, prima nota solo per i Bronzi, si è in seguito fatta conoscere per (Leggi)

16/10/18 – Caro Asselborn, gli italiani sono altra cosa
C’è una bella differenza tra i nostri connazionali che sono emigrati verso mete come gli Stati Uniti, il Canada, l’Argentina. Ministro lussemburghese, ecco perché noi siamo diversi dai migranti di oggi (Leggi)

07/10/18 – Perché è assurdo indagare Salvini
In queste ore è stata notificata al ministro dell’Interno Matteo Salvini l’apertura delle indagini a suo carico per sequestro di persona aggravato. L’attesa missiva, giunta dalla Procura di Palermo, è firmata dal controverso Procuratore Francesco Lo Voi, noto per essersi (Leggi)

error:
WhatsApp chat

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.