Seguici

ADV

Dieci cocktail da fare in casa in dieci minuti col Gin Tabai

Il gin è il passaporto per ogni cocktail riuscito. Merito della versatilità che lo ha trasformato nel distillato jolly di ogni buon bartender: dai succhi di frutta, agli agrumi alle bibite zuccherate ad altri alcolici, non c’è bevanda con cui non stia bene

© Rec News -

del

Dieci cocktail da fare in casa in dieci minuti col Gin Tabai | Rec News dir. Zaira Bartucca
Sponsorizzato. Consuma alcolici in maniera responsabile. I minori non devono acquistare e assumere bevande alcoliche

Il gin è il passaporto per ogni cocktail riuscito. Merito della versatilità che lo ha trasformato nel distillato jolly di ogni buon bartender: dai succhi di frutta agli agrumi alle bibite zuccherate ad altri alcolici, non c’è bevanda con cui non stia bene. E’ chiaro che la scelta debba però cadere su gin di qualità, che si possono assaporare “lisci” (a temperatura ambiente e senza aggiunte, dunque puri) o sperimentando qualche mix gustoso.

Il gin da scegliere come base

Le opzioni quando si parla di questo distillato sono davvero tante, ma il consiglio è di optare per il gin Made in Italy Tabai, che da qualche mese è disponibile anche in quattro versioni botaniche in edizione limitata Platinum: liquirizia, rosmarino, pepe rosso e dry. Già da soli, in purezza, presentano aromi accattivanti, ma si può giocare con le loro note aromatiche per giungere a risultati davvero sorprendenti. Le opzioni si moltiplicano con il Gin del Cardinale, disponibile nelle versioni Dry, Fruit, Ice Green e Liquorice.

Dieci cocktail da fare in casa in dieci minuti col Gin Tabai | Food&Wine - Rec News dir. Zaira Bartucca

I dieci cocktail

Ecco allora i dieci cocktail molto semplici da realizzare anche in casa:
1. Gin Tonic (Gin, acqua tonica, limone e angostura a fette)
2. Ice Gin (menta pestata, succo di lime, gin Tabai Ice Green del Cardinale, ginger beer)
3. Sparkling Gin (un cucchiaio di miele, gin, poco succo di limone, prosecco)
4. Orange red Gin/ Abbey (Gin pepe rosso Tabai e succo d’arancia in parti uguali, qualche goccia di bitter)
6. Spritz al Gin (Aperol, prosecco, gin e soda)
7. Long Island (Tequila, rum, triple sec, succo di limone, zucchero, cola)
8. Tropical Gin (succo di limone, gin, succo di passiflora, succo d’arancia e soda
9. White Lady (Triples Sec, succo di limone, dry Gin Tabai)
10. French 75 (champagne, limone, zucchero, Gin Fruit Tabai)

Continua a leggere
Commenta per primo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ADV

I rum caraibici più pregiati del momento

di Silvia Mangione – Dal Garras De Dragòn al Vaticano, alcuni tra i distillati più apprezzati

© Rec News -

del

I rum caraibici più pregiati del momento
Sponsorizzato. Consuma alcolici in maniera responsabile. I minori non devono acquistare e assumere bevande alcoliche

Quale luogo vi viene in mente se pensate al Rum? Certamente, i Caraibi. E’ proprio in quegli ambienti lussureggianti che sono stati prodotti alcuni tra i Rum più pregiati al mondo: parliamo dei prodotti di punta delle distillerie Tabai e Caroni. La storia di Caroni è ormai nota ai più: dalla distilleria dismessa e decadente alle bottiglie a tiratura limitata. Così nascono alcune tra le loro etichette più conosciute: la Tasting gang, ultimo imbottigliamento di Caroni, e la Full Proof Heavy Trinidad, in vendita a prezzi altissimi.

Meno nota, ma altrettanto avvincente, è la vicenda legata al rum Tabai, in particolare al suo Garras De Dragón. Un fortunato incontro con un misterioso uomo dalla barba lunga e la pelle segnata dal tempo, permette a Tabai di scoprire, durante un viaggio ai Caraibi, un vero e proprio tesoro. Dalla fusione tra due culture (Quella cinese e quella Dominicana) e dall’ispirazione alla mamajuana, nasce Garras De Dragón: un rum unico nel suo genere, che appaga il gusto e gli occhi.

Altro particolarissimo distillato di casa Tabai è il Rum del Vaticano, prodotto anch’esso nelle isole caraibiche ma ispirato alla storia e all’arte dei maestri italiani. Una bottiglia che porta i colori delle guardie vaticane e contiene un Rum di prima scelta e sempre più richiesto sul mercato internazionale. Se ci si affretta, si può riuscire ancora a trovare qualche bottiglia sul mercato, ma i costi sono in continuo aumento a causa dell’esclusività dei prodotti.

Continua a leggere

ADV

Barolo Tabai, un vino pluripremiato

di Silvia Mangione – Il rosso di casa Tabai porta a casa due medaglie d’oro. Una dal Decanter World Wine Awards e una dal Berliner Wine Trophy. Sulla scala del wine advocate Robert Parker si aggiudica un punteggio di 95/100

© Rec News -

del

Barolo Tabai, un vino pluripremiato
Sponsorizzato. Consuma alcolici in maniera responsabile. I minori non devono acquistare e assumere bevande alcoliche

Tre vini di produzione tutta italiana su diversi podi internazionali. Scopriamo il famoso Barolo Tabai, annata 2016. Ancora una volta la tradizione Piemontese genera un Barolo di prima qualità. L’azienda vincola Tabai, ormai un simbolo nel mercato del lusso, raggiunge le più importanti competizioni nel campo della winery e si aggiudica un punteggio di 95/100 sulla scala Robert Parker, il wine advocate del web più conosciuto.

Sono due i celebri riconoscimenti ricevuti dal rosso di casa Tabai. Una medaglia d’oro al Decanter World Wine Awards, competizione attualmente più influente. La giuria è costituita da alcuni tra i più accreditati esperti internazionali che applicano un rigorosissimo metodo di giudizio.

Altra medaglia d’oro arriva dal Berliner Wine Trophy. Divenuto ormai il più grande concorso vinicolo al mondo e la più importante degustazione di vino della Germania, ha il patrocinio dell’OIV e dell’UIOE. BWT riunisce ogni anno produttori e distributori da tutto il mondo, che analizzano un numero di campioni pari a circa 14.000 l’anno.

L’annata vincente di Tabai Barolo si configura dunque, ancora una volta, una più che ottima occasione di accaparrarsi una bottiglia in edizione limitata, destinata ad intenditori e collezionisti che desiderano arricchire la propria cantina con un prodotto che acquisterà un valore sempre maggiore nel tempo. Soprattutto grazie ai riconoscimenti ricevuti.

Continua a leggere

ADV

La proprietà del Gin Tabai che non ti aspetti

di Silvia Mangione – La linea di distillati Tabai fa approdare sul mercato una nuova collezione di Gin “seducenti”, non soltanto per il palato

© Rec News -

del

La proprietà del Gin Tabai che non ti aspetti
Sponsorizzato. Consuma alcolici in maniera responsabile. I minori non devono acquistare e assumere bevande alcoliche

L’unico vero modo per allontanare una tentazione, non è forse cedervi? La linea distillati Tabai fa approdare sul mercato una nuova collezione di Gin seducenti, non soltanto per il palato. Un brivido lungo la schiena regalato dall’Ice Gin. Un London dry ricavato dalla distillazione dell’alcool con un ginepro di prima qualità. Da apprezzare ghiacciato, come un brivido che risveglia i nervi.

Il Liquorice gin è un tentatore mellifluo dalle nobili radici ed il Rosemary Gin vi farà cogliere un fiore proibito: il fiore dell’immortalità. Proprio come un antico genio romano, inebriato dal profumo del rosmarino nelle corone e negli amabili unguenti.

Un viaggio attraverso i sensi non può che concludersi con un ricordo di passione, che scardina le porte della mente: lasciatevi andare ad un fuoco di pregiate bacche rosse, un pepe piccante ed afrodisiaco nel Gin Premium Red Pepper.

Se siete stati condotti fino a qui da un’opera di seduzione e avete acconsentito a cedere, fareste meglio ad iniziare la ricerca: i Gin Premium Tabai, proprio a causa delle loro caratteristiche e bothanicals, sono ormai quasi introvabili. E anche se riusciste a scovarne una bottiglia, i prezzi si aggirano già intorno ai 400 euro.

Continua a leggere

Ora di tendenza

error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione