Chi si nasconde dietro al sito Gayburg? (Aggiornato)

Lo scorso 6 giugno, un giornalista di Q Code scriveva a un attivista progressista: “Non presentate notizie false su Gayburg”. Abbiamo contattato e intervistato quell’attivista. Ecco cosa abbiamo scoperto