Periodico di Inchieste

Tre regali in uno (a basso costo) per un Natale indimenticabile


Il momento dello shopping natalizio si avvicina, anche perché la voglia di risparmiare per molti potrebbe significare un anticipo al 27 novembre, giorno del Black Friday. Quest’anno è però particolare



Il momento dello shopping natalizio si avvicina, anche perché la voglia di risparmiare per molti potrebbe significare un anticipo al 27 novembre, giorno del Black Friday. Quest’anno è però particolare: tendenzialmente si scartano i viaggi, gli abbonamenti, i biglietti per musei e concerti. I regali hi-tech sono ormai inflazionati, poco originali e – complice la crisi – potrebbero non essere accessibili per tutti. Sembra che rimanga davvero poca scelta, ma in realtà non è così.


La situazione attuale ha aumentato la voglia di stringersi ai propri cari, di fare un regalo indimenticabile capace di scolpirsi nella memoria, di dare calore e comunicare affetto. Nulla, insomma, che possa essere accantonato in soffitta o dimenticato nell’armadio, in grado di fare colpo su amici, moglie, fidanzato, nonni, perfino sui più piccoli: un’idea che va bene davvero per tutti e per tutte le tasche, che più che un regalo è un piccolo viaggio sentimentale su misura facile da realizzare. Ecco tre dritte per “passare all’azione” e iniziare ad organizzare questa sorpresa davvero speciale.


1) Mettiti in gioco: realizza a mano la prima parte del tuo regalo “tre in uno”

Ma come realizzare questa piccola ma di sicuro gradita esperienza su misura da regalare? Partendo da un momento quotidiano che riguarda ognuno di noi e personalizzandolo per comunicare qualcosa di importante. Parliamo della colazione, che secondo gli esperti è il pasto più importante della giornata. Che c’è di meglio che renderla più gioiosa facendo sapere alla nostra amica, a nostro marito, al nostro fidanzato, ai figli o ai nonni quanto vogliamo loro bene? Possiamo farlo realizzando per esempio una tovaglietta da appoggio. Può essere in stoffa, realizzata con un collage di vecchi strofinacci colorati, plastificata. Abbellita con dei colori per tessuto, perline, lustrini, oppure disegnata. Le opzioni sono davvero infinite, da decidere in base al gusto personale.


2) Aggiungi un ricordo o un’emozione

Certo, la tovaglietta è un ottimo punto di partenza, ma da sola non è un regalo. E’ però un ottimo appoggio (in tutti i sensi) per fare un dono davvero speciale, che di sicuro sarà conservato con cura e piacere da chi lo riceve. Sto parlando delle tazze personalizzate, che negli ultimi tempi si sono “evolute” nelle forme, nei materiali e nelle possibilità. Ci sono quelle che si illuminano al buio, il tipo “doppio” (che cioè si completa con un’altra tazza, ideale per gli innamorati), i modelli da latte o tisana con cucchiaino integrato e quelle metalliche, buone anche per chi viaggia e non ha voglia di lasciare a casa la propria tazza preferita. A ciascuno il suo tipo e, ovviamente, a ognuno la possibilità di renderlo memorabile personalizzandolo con una foto, una frase, un motto o semplicemente il nome di chi riceve il regalo.


3) Prepara un dolce: puoi anche farti aiutare

Hai realizzato la tovaglietta su misura e hai acquistato la tazza, ma manca ancora l’ultima parte del tuo regalo “tre in uno”. Puoi rilassarti, perché dovrai “procurartela” a ridosso del Natale. L’idea è quella di completare il tutto con un dolce fatto in casa, per far sentire tutta la nostra vicinanza e tutto il nostro affetto a chi riceve il nostro dono. Non serve essere pasticceri e il web è pieno di ricette, video e tutorial: si possono realizzare dei biscotti semplici o un pan di spagna, per esempio, ricordandosi i gusti di chi riceverà il pensiero. I biscotti possono essere confezionati in una scatola metallica colorata e si prestano anche alla condivisione, per completare un regalo che di sicuro farà effetto e non sarà dimenticato.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


4.7 3 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.