Periodico di Inchieste

Ancora aria di epurazioni nel M5S. Fuori i sostenitori del No al Referendum


Mentre il sindaco di Torino Chiara Appendino (condannata a sei anni per falso ideologico) è salda al suo posto, in casa di Grillo e Casaleggio rischiano di saltare otto poltrone



Ancora aria di epurazioni nel Movimento 5 Stelle. Non che sia una novità. Consiglieri comunali, deputati, sindaci: nel partito consegnato provvisoriamente a Vito Crimi si schioda facile per poco, soprattutto quando si tratta di divergenze di vedute. Così, mentre il sindaco di Torino Chiara Appendino è stata condannata a sei mesi per falso ideologico ma è salda al suo posto (e per assurdo per il Comune piemontese non si pensa neppure a un commissariamento), alcuni deputati potrebbero ben presto dover salutare il movimento.


A Grillo (quello che ieri ha dichiarato di non credere nel Parlamento) e Casaleggio e alle voci che contano – altro che uno vale uno – non sarebbe andato giù il sostegno del No al Referendum da parte di alcuni grillini (otto), e a quel punto sarebbe scattato – come riportato da Affari Italiani – il procedimento disciplinare con tanto di invio di diffida scritta e di sventolamento di sanzioni.


beenhere

Caro amico prima che caro lettore, Rec News ti ricorda che nella Costituzione sono regolati i Diritti inviolabili del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio, cioè il posto (inviolabile) dove si abita: è il padrone o la padrona di casa che decide chi vi può accedere e cosa si può fare al suo interno. Ogni cittadino può circolare liberamente all’interno del territorio nazionale (Art.16), circolare, riunirsi e manifestare in pubblico (Art. 17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art. 20). Diritto inviolabile è l’espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21). Secondo l’Articolo 32 della Costituzione, nessuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc.) se non è previsto dalla legge – non dai Dpcm e dalle ordinanze – per gravi, documentati e passeggeri motivi. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convinzioni religiose o sociali. L’obiezione di coscienza è un diritto. Uno governo Democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d’opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non fa le leggi da solo o con i tecnici, ma le sottopone al Parlamento.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


4.5 2 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.