Periodico di Inchieste

“E ora elezione diretta del Capo dello Stato”


“Siano direttamente i cittadini a votare il Presidente della Repubblica con il compito di dirigere la politica nazionale e l’esecuzione di un programma condiviso e approvato dagli elettori”



“La vittoria del Sì al Referendum non modifica, non semplifica e non accelera il procedimento legislativo. Le leggi non saranno più veloci, più semplici, più comprensibili. La burocrazia prevale ancora sulla democrazia. Eppure, la sovranità appartiene al popolo. Ma il popolo chi? Finché qualcuno non avrà il coraggio di metterci la faccia ed assumersi personalmente la responsabilità e la facoltà di realizzare il cambiamento tanto auspicato (a parole), la democrazia, impantanata in mille rivole di convenienza dei singoli, non farà un passo avanti, anzi è destinata a indebolirsi”.


“L’unico modo per dare nuova linfa ed energia alla connessione tra popolo e istituzioni, tra bisogni e soluzioni concrete è l’elezione diretta del Capo dello Stato. Siano direttamente i cittadini a votare il Presidente della Repubblica con il compito di dirigere la politica nazionale e l’esecuzione di un programma condiviso e approvato dagli elettori senza se e senza ma. Questo sì che sarebbe il trionfo della democrazia e l’indebolimento della burocrazia”. Lo ha detto il senatore Armando Siri commentando i risultati del Referendum.


beenhere

Caro amico prima che caro lettore, Rec News ti ricorda che nella Costituzione sono regolati i Diritti inviolabili del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio, cioè il posto (inviolabile) dove si abita: è il padrone o la padrona di casa che decide chi vi può accedere e cosa si può fare al suo interno. Ogni cittadino può circolare liberamente all’interno del territorio nazionale (Art.16), circolare, riunirsi e manifestare in pubblico (Art. 17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art. 20). Diritto inviolabile è l’espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21). Secondo l’Articolo 32 della Costituzione, nessuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc.) se non è previsto dalla legge – non dai Dpcm e dalle ordinanze – per gravi, documentati e passeggeri motivi. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convinzioni religiose o sociali. L’obiezione di coscienza è un diritto. Uno governo Democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d’opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non fa le leggi da solo o con i tecnici, ma le sottopone al Parlamento.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


4 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.