Il filo che lega Bibbiano e i TSO nella Settimana sociale di Ravanusa


I trattamenti sanitari obbligatori e lo scandalo degli affidi nella seconda serata della sette giorni siciliana


C’è un filo conduttore che lega la vicenda di Bibbiano, la crescita esponenziale dei Trattamenti sanitari obbligatori e la situazione contingente. Politica a parte, il riferimento è a quella “psichiatrizzazione dei rapporti umani” di cui si discuterà nel corso del secondo appuntamento della Settimana sociale di Ravanusa iniziata ieri. E’ qui – riferisce il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani – che si terrà il primo tavolo di discussione per una riforma dei TSO, e dunque della legge 833/1978 che li regola. Un luogo simbolo quello del dibattito. E’ infatti il paese dell’Agrigentino ad essere stato teatro della vicenda di Dario Musso, l’attivista sottoposto lo scorso maggio a un TSO d’opinione.


Musso stesso porterà la sua testimonianza nel corso della serata. C’è poi Bibbiano, altro luogo simbolo degli scandali legati agli affidi, del lavoro di assistenti sociali che hanno perso di vista il senso del proprio lavoro, di bambini ingiustamente strappati dal lori nucleo familiare. Una situazione che, come abbiamo documentato, non interessa solo l’Emilia Romagna. L’evento organizzato dall’avvocato Lillo Massimiliano Musso – che modererà i lavori – avrà luogo nella Sala delle Conferenze Agripub, in Corso della Repubblica 159.


I lavori verranno diffusi in diretta streaming su Youtube e Facebook. Interverranno anche Alessandro Meluzzi, Maria Amato, Pietro Lo Miglio, Alberto Brugnettini, Sandro Torella ed Enrico Del Core.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


4.5 2 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.