Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa e l’avviso “contro la Legge”


Non bastavano la proroga irregolare dello stato di emergenza e gli oltraggi alla Costituzione del premier efficacemente riassunti dal Presidente Emerito della Corte Costituzionale



Non bastavano la proroga “irregolare” dello stato di emergenza e gli oltraggi alla Costituzione del premier efficacemente riassunti dal Presidente Emerito della Corte Costituzionale Annibale Marini. È di questi giorni un avviso di interpello pubblicato dal ministero dell’Ambiente (presieduto da Sergio Costa) che secondo gli organismi di settore è avvenuto in violazione della legge 150/2000.


Nel dettaglio, l’avviso (pubblicato il primo luglio) riguardava la “Selezione di due unità di personale di III Area da assegnare agli uffici di diretta collaborazione del Ministro” per la gestione dell’ufficio stampa. La stortura, lamentano gli organismi di categoria come l’Associazione Stampa Romana, è che il fatto di essere giornalisti regolarmente iscritti costituisse solamente “titolo preferenziale”, come recita l’avviso. Non era, cioè, uno dei requisiti richiesti per poter gestire un ufficio stampa, così come la relativa legge stabilisce.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.