Periodico di Inchieste

Il governo celebra la Giornata dell’Africa. Avessero mai fatto tutto questo per il 2 giugno


Promotrice è la solita Emanuela Del Re in intesa con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, presente con un messaggio di auguri



Il 25 maggio la “solidale” Farnesina festeggia la Giornata dell’Africa 2020. Tra Agenda 2030, aiuti alla sanità africana mentre quella italiana era al collasso e sanatorie per gli irregolari, l’insieme di eventi va a coronare quasi un anno di attività a esclusivo favore del Continente nero. Promotrice è la solita Emanuela Del Re in intesa con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, presente con un messaggio di auguri.


A causa della pandemia, il programma di eventi è digitale ma comprensivo di video musicali, interventi di politici incentrati su “l’importanza delle relazioni storiche tra Italia e Africa” – non è chiaro a esclusivo vantaggio di chi – performance artistiche, una mostra fotografica.


Piccolo appunto. Esiste la Giornata dell’Africa ma non quella dell’Italia o degli Italiani, tranne di quelli che si sono trasferiti all’estero. Perché? Perché esiste la giornata europea del gelato, ma non una ricorrenza specifica per ricordare un popolo che – volenti o nolenti – ha fatto la Storia? Domandiamo, così – magari – la prossima volta non staremo solo a guardare mentre i nostri ministri e sottosegretari festeggiano la bandiera degli Stati esteri più di quanto non farebbero con il Tricolore.


beenhere

Caro amico prima che caro lettore, Rec News ti ricorda che nella Costituzione sono regolati i Diritti inviolabili del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio, cioè il posto dove si abita: è il padrone o la padrona di casa che decide chi vi può accedere e cosa si può fare al suo interno. Ogni cittadino può circolare liberamente all’interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi pacificamente anche in pubblico (Art. 17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art. 20). Diritto inviolabile è l’espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21). Secondo l’Articolo 32 della Costituzione, nessuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, ecc.) se non è previsto dalla legge per gravi e documentati motivi. Allo stesso modo, può astenersene se le sue convinzioni religiose o sociali non gli consentono di ricevere trattamenti sanitari. Uno governo Democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d’opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non fa le leggi da solo o con i tecnici, ma le sottopone al Parlamento.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


4 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.