Iscrizione Roc (AgCom) n. 31911

Quando combatti una guerra…(with English version)


La “sorpresa” coronavirus è stata gestita in maniera miope, sia dai governi che dalla stampa. Una dura realtà, che ha offerto le condizioni ideali per creare panico e obbedienza – di G.Pauli



L’arrivo del coronavirus è stata una sorpresa completa. Ogni governo è stato colto in mutande, incapace di reagire, rivelando quanto fossero impreparati i servizi pubblici. Sembrava un attacco furtivo, inizialmente invisibile, ovunque nel momento successivo. Questa spiacevole sorpresa è stata accompagnata da social media e da trasmissioni miopi, che hanno monitorato solo pochi numeri e ripetuto istruzioni minacciando multe. Questa dura realtà offriva le condizioni ideali per provocare panico e obbedienza. Di fronte alla disperazione, quasi nessuno usa il buon senso. Le emozioni innescano una serie di decisioni e impongono comportamenti che la storia giudicherà molto severamente. Quando l’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato una pandemia, la leadership politica non ha aspettato a prendere le decisioni più drastiche di sempre: un blocco di (quasi) tutto il mondo. Le seguenti sei osservazioni dovrebbero guidarci verso un modo positivo di procedere.


1. La pandemia era stata annunciata in termini molto chiari

Privo di qualsiasi teoria della cospirazione, l’Harvard Institute of Global Health aveva presentato a gennaio 2019 al World Economic Forum un rapporto pungente: le pandemie ci travolgeranno a causa di un eccessivo inquinamento, eccessiva densità di popolazione e cambiamenti climatici. Gli autori hanno avvertito che i governi dovevano prepararsi. Questi avvertimenti non sono stati presi sul serio. Una volta colpito dalla pandemia, le società in generale erano incapaci di gestire le richieste in rapida crescita di servizi medici e cure palliative.


2. L’Unione europea troppo fiduciosa ha agito in modo totalmente non coordinato

Mentre l’Ue controlla rigorosamente i deficit di bilancio e il debito degli Stati membri, l’unica risposta che ha potuto immaginare contro la pandemia è stata quella di lasciare che ogni Paese decidesse di tenere cittadini come conigli nelle loro conigliere come Francia, Belgio, Spagna e Italia, o di lasciarsi regolare da soli come ha fatto la Svezia. Con la sua spesa annuale combinata di 1,5 trilioni di euro, l’Ue ha ritenuto che il suo sistema sanitario sia in grado di gestire qualsiasi situazione. Gli europei per la prima volta dalla seconda guerra mondiale, hanno dovuto fare la fila all’ingresso di emergenza degli ospedali.


Le nazioni africane, asiatiche e latinoamericane affrontano questa realtà ogni volta che un altro focolaio di dengue colpisce le loro comunità. Ogni anno 400 milioni di persone sono infettate dal virus Dengue per il quale non esiste un vaccino. Quindi gli ospedali sono invasi, come testimoniato dall’Europa. Più persone muoiono ogni anno di Dengue di quanto persino i peggiori scenari di coronavirus prevedano. Il mondo rimane impassibile! Il motore industriale e sociale europeo ha affrontato una realtà del terzo mondo.


3. Gli esperti subentrano quando tutti sono nella disperazione

Mentre è saggio e necessario ricevere un consiglio, non si può dipendere solo dal virologo. In effetti l’esperto di virus vede solo virus. I virologi sanno che si sono diffusi rapidamente. Ogni giorno su ogni metro quadrato di superficie si posano circa 100 milioni di virus, trasportati da flussi aerei da un continente all’altro. Esistono dieci volte più virus dei batteri, sulla terra. Come puoi proteggere chiunque dai virus? Ora, se decidi di proteggere, puoi bloccare e rallentare solo i tassi di infezione. Nel tempo, senza eccezioni, saranno esposti quasi il 100% delle persone. Se sai che tutti saranno comunque esposti, perché asfissiare l’economia? Oppure questo blocco era necessario per nascondere l’incapacità di gestire una vera pandemia che colpiva rapidamente?


4. Mobilitare tutti contro il nemico comune

Questa guerra contro un virus è la prima guerra nella storia in cui, per decisione politica, tutti vengono mobilitati. Questa è una situazione straordinaria. Siamo confinati in casa, costretti a rimanere fermi per mesi, in preda al panico e alla paura, costretti ad ascoltare esperti come il Dottor Anthony Fauci degli Stati Uniti, che possiede i brevetti sui vaccini e promuove il blocco, il lockdown, fino a quando il vaccino è disponibile che lo renderà molto ricco. Avremmo dovuto mobilitare tutti, invece abbiamo immobilizzato quasi tutti, tranne il personale medico.


5. Mobilitare, connettersi ed esercitarsi

Abbiamo bisogno di una mobilitazione immediata a due livelli. In primo luogo, il modo migliore per proteggersi da qualsiasi infezione virale o batterica è allenarsi. Se i muscoli non vengono utilizzati per mesi, le ossa e le articolazioni si indeboliranno, l’ossigeno nei polmoni non sarà sufficientemente rinfrescato, la placca batterica e il biofilm si accumuleranno. In queste condizioni tutti, specialmente i bambini confinati sugli schermi dei computer, sono inclini a soccombere alla prossima ondata di attacchi virali e batterici!


Lo stesso vale per il nostro sistema immunitario. Senza esporsi continuamente alla ricchezza di microrganismi che discendono dall’aria, condivisi attraverso l’acqua e il cibo, diffusi attraverso l’amore, la cura, le coccole, gli abbracci e i baci, il sistema immunitario si indebolirà. I blocchi indeboliscono il sistema immunitario! Il virus dell’AIDS uccide ogni anno 800.000 persone e non esiste alcun vaccino. Qualche governo ha proibito l’intimità? Tutti devono esercitarsi e garantire contatti regolari con amici e familiari. L’inattività e la mancanza di esposizione al sole rappresentano un rischio per la salute individuale. Imporrei multe a ogni individuo abile che non si esercita quotidianamente.


6. Scatena l’imprenditorialità

La mobilitazione più importante per uscire dal caos in cui ci troviamo è svegliare lo spirito imprenditoriale che tutti hanno. Assisteremo a un drastico calo del PIL, registreremo alti tassi di disoccupazione, in particolare tra i giovani, e l’immigrazione sarà repressa solo con la forza. Dobbiamo elencare con urgenza le attività di 1000 + 1 in ogni casa, in ogni quartiere della città, in ogni villaggio ogni giorno, per vivere in salute e felici. Questa è l’occasione per una straordinaria rinascita degli imprenditori di cui abbiamo un disperato bisogno per rilanciare l’economia con tutte le risorse disponibili.


Questi imprenditori si concentrano chiaramente sulla risposta a tutti i bisogni di base, sulla ricostruzione delle comunità, sul rafforzamento della resilienza, sullo scatenamento della mente creativa che è stata all’origine di ogni artefatto che ci circonda. Dovremmo astenerci dal discutere su “chi aveva ragione e chi è il colpevole”? Dobbiamo ispirare un’intera popolazione e generazione che è ora in modalità panico, impressionata dal little zombie (il virus). Solo passi concreti che passano rapidamente dall’idea alla visione usando il meglio della saggezza scientifica convinceranno le persone a trasformare la realtà che ci circonda. Quindi, ci evolviamo dalla visione a nuovi modelli di business che servono le persone e non il capitale.


When you fight a war


The outbreak of the coronavirus came as a complete surprise. Every government was caught with its pants down, incapable of reacting properly and thus exposing how unprepared public services were. It felt like a stealth attack: invisible at first and everywhere the next moment. This unpleasant surprise was accompanied by myopic social and broadcast media that only monitors a few numbers while repeating instructions threatening citizens with fines. This hard reality offered the ideal conditions to trigger both panic and obedience. When faced with despair, hardly anyone uses common sense. Emotions trigger a series of decisions and enforce behaviors, which history will judge very harshly. When the World Health Organization declared a pandemic, the political leadership did not wait to make one of the most drastic decisions ever: a lockdown of (nearly) the entire world’s population. The following six observations should guide us with solid science and pragmatism towards a positive way forward.


1. The pandemic had been announced in very clear terms

Void of any conspiracy theory, the Harvard Institute of Global Health had presented in January 2019 at the World Economic Forum a stinging report: pandemics will overwhelm us due to the combination of excessive pollution, excessive population density and climate change. The authors warned that Governments had to prepare themselves for the worst to come. These warning were not taken seriously. Once the pandemic hit, societies at large were incapable of handling the rapidly rising demand for medical services and palliative care. It left whole regions and nations in despair.


2. The Over-Confident European Union member countries acted in a total uncoordinated fashion

While the EU controls tightly budget deficits and member states’ debt, the only response it could come forth with to the pandemic, was to let each country decide to keep citizens indoors, like rabbits in their hutches as did France, Belgium, Spain and Italy, or to let them self-regulate like Sweden did. With its combined annual expenditures of €1.5 trillion for health care, the EU considered that its system would be able to handle any situation. Europeans for the first time since the Second World War had to queue at the emergency entrance of hospitals. For the first time in modern history in Europe and the USA beloved friends and family could not be buried with grace, rites nor dignity.


African, Asian and Latin American nations face this reality every time another Dengue outbreak hits their communities. Every year, 400 million people are infected by the Dengue virus for which there is no vaccine. When Dengue hits during droughts, hospitals are overrun like Europe witnessed. More people die annually of Dengue than even the worst coronavirus scenarios predict. The world remains unmoved by this outrageous fact! The European industrial and social powerhouse faced a “third world” reality.


3. Experts take over when everyone is in despair

While it is wise and necessary to take counsel, one cannot depend only on the virologists. Indeed the virus expert only sees viruses. Virologists know that they spread fast. Science established that every day on every square meter some 100 million viruses descend, transported by air streams from continent to continent. There are ten times more viruses than bacteria on earth. How can you protect anyone from viruses, or how could one pretend to protect against one virus, and that one only? Now if you decide to protect, then you can take the decision to lock-down and merely slow down infection rates. Over time, nearly 100% of the people will be exposed to all viruses including this one. If you know that everyone will be exposed anyway, then why asphyxiating the economy creating a wave of bankruptcies and a concentration of economic power like never before?


4. Mobilize everyone against the common enemy

This war against a virus is the first war in history where by political decision everyone is de-mobilized. This is an amazing situation. Confined at home, forced to stay put for months, arousing panic and fear, being forced to listen to experts like Dr. Anthony Fauci from the United States who owns vaccine patents and promotes a lockdown until the vaccine is on the market that will make him very rich is available. We should have mobilized everyone, instead we have immobilized nearly everyone, except medical staff.


5. Mobilize, Connect and Exercise

We need an immediate mobilization at two levels: First the best way to protect yourself from any viral or bacterial infection is to exercise. If  muscles are not used for months, then bones and joints will weaken, the oxygen in the lungs insufficiently refreshed, bacterial plaque and biofilm will build up. Under these conditions, everyone and especially children confined to computer screens are prone to succumb to the next wave of viral and bacterial attacks! The announced second wave of infections is … a self-fulfilling prophecy.


The same is true for our immune system. Without continuously exposing yourself to the wealth of microorganisms descending from the air, shared through water and food, spread through love, care, cuddling, hugging and kissing, then the immune system will weaken. Lockdowns weaken the immune system! The AIDS virus kills annually 800,000 people and no vaccine exists at least double of the mortality of the coronavirus. Has any government prohibited intimacy?


Everyone must exercise and ensure regular contacts with friends and family. Children must be in school for the physical and mental health. Inactivity and lack of exposure to the sun represents a major risk to the individual health so real that if I were a decision-maker, I would impose fines on every able individual who is not exercising daily.


6. Unleash Entrepreneurship

The most important mobilization to get out of the mess we are in, is to wake up the entrepreneurial spirit that we all have within us. We will witness a dramatic drop in GDP, we will have record high unemployment rates especially amongst youth. Immigration will be suppressed by force. We need to urgently imagine and list the 1000+1 activities every home, every city quarter, every village requires every day in order to live healthy and happy. This is the opportunity for an amazing renaissance of the entrepreneurs we desperately need to relaunch the economy with all available resources.


These entrepreneurs have a clear focus on responding to all basic needs, and to rebuilding communities, strengthening resilience, unleashing the creative mind that has been at the origin of every artifact around us. We should  refrain from discussing “who was right and who is the culprit”? We need to inspire a whole population and generation that is now in panic mode intimidated by little zombies (the virus) that have been part of all history of life on earth. Only concrete steps that move quickly from idea to vision using the best of science wisdom will convince people to transform the reality around us. Thus, we evolve from vision to the enactment of new business models that serve people and not capital.


beenhere

Caro amico prima che caro lettore, Rec News ti ricorda che nella Costituzione sono regolati i Diritti inviolabili del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio, cioè il posto dove si abita: è il padrone o la padrona di casa che decide chi vi può accedere e cosa si può fare al suo interno. Ogni cittadino può circolare liberamente all’interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi pacificamente anche in pubblico (Art. 17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art. 20). Diritto inviolabile è l’espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21). Secondo l’Articolo 32 della Costituzione, nessuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, ecc.) se non è previsto dalla legge per gravi e documentati motivi. Allo stesso modo, può astenersene se le sue convinzioni religiose o sociali non gli consentono di ricevere trattamenti sanitari. Uno governo Democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d’opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non fa le leggi da solo o con i tecnici, ma le sottopone al Parlamento.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.