Iscrizione Roc (AgCom) n. 31911

Coronavirus, reclusioni e isolamento, ci scrive una lettrice


Rispondo al commento di una lettrice che mi ha colpito. Cara signora Manuela, lei ha ragione. Ma si faccia forza: l’Italia s’è desta e presto tornerà al suo mare di Ravenna



Se c’è una cosa buona che ha fatto l’isolamento, è che forse abbiamo capito a fondo il piacere dei contatti umani. Altro che distanziamento sociale. Ci sentiamo tutti più vicini, accomunati come siamo nella situazione di reclusione che i piani alti hanno confezionato per noi. Non vediamo l’ora di uscire, di tornare a vivere. Ognuno aspetta con impazienza qualcosa. Chi un giro in macchina in tranquillità, senza posti di blocco e scene da Western. Chi una mattinata al parco, al sole. Chi, come la signora Manuela, il mare, la bici e la pineta.


Mi ha colpito il suo commento inviato sotto l’intervista che ho fatto a Vittorio Sgarbi, e ho pensato di risponderle. Nelle sue parole, ho visto come in sequenza la bellezza intrappolata di Ravenna, città ricca di storia e di arte; il suo stato di prigonia, che la accomuna e Roma, Firenze, Torino, Napoli, ai piccoli borghi italiani. Ho visto la signora Emanuela guardare alla finestra, ed è come se dentro il suo sguardo si fosse sovrapposto quello di tutti noi, che pure scrutiamo all’orizzonte preoccupati, aggrappandoci a quel poco di normalità che ci hanno lasciato.


La nostra lettrice ci parla di “una via diretta alla depressione”, e non si può darle torto. Ma, cara Manuela, mai come ora la nostra speranza siamo noi stessi, con la nostra capacità di stringere i denti, andare avanti e, laddove è giusto, dissentire. Il re è nudo e (quasi) tutti se ne sono accorti. Sapremo riprenderci i nostri spazi, le nostre città, i nostri hobbies. Lei potrà riprendersi il suo mare di Ravenna, i parchi e le pinete perché – ha ragione – ad andarci non fa alcun atto criminale.


beenhere

Caro amico prima che caro lettore, Rec News ti ricorda che nella Costituzione sono regolati i Diritti inviolabili del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio, cioè il posto dove si abita: è il padrone o la padrona di casa che decide chi vi può accedere e cosa si può fare al suo interno. Ogni cittadino può circolare liberamente all’interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi pacificamente anche in pubblico (Art. 17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art. 20). Diritto inviolabile è l’espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21). Secondo l’Articolo 32 della Costituzione, nessuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, ecc.) se non è previsto dalla legge per gravi e documentati motivi. Allo stesso modo, può astenersene se le sue convinzioni religiose o sociali non gli consentono di ricevere trattamenti sanitari. Uno governo Democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d’opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non fa le leggi da solo o con i tecnici, ma le sottopone al Parlamento.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.