Periodico di Inchieste

Donazioni alla Prociv, sono 96 i milioni non utilizzati


Nonostante perduri la retorica su malati, deceduti e personale medico, l’organismo non ha ancora impiegato la gran parte delle risorse pervenute



Nonostante perduri la retorica su malati, deceduti e personale medico, la protezione civile non ha ancora impiegato la gran parte delle risorse pervenute a seguito di donazioni. Lo ha reso noto Angelo Borrelli nel corso della conferenza stampa di questo pomeriggio. A oggi, ha riportato il capo della Prociv, “sono stati versati sul nostro contocorrente 122 milioni, e ne sono stati spesi 26. Le risorse verranno impiegate per ausili medici”.


Verrebbe da domandarsi quando, e allo stesso tempo verrebbe da chiedersi perché la protezione civile chiede donazioni se – come abbiamo documentato – viene rimborsata dall’Agenzia delle Entrate (che a molti prende e a pochi dá) per gli eventuali costi sostenuti. Altro aspetto da approfondire, è come mai l’Aifa non abbia autorizzato l’utilizzo di cure per un virus come tanti altri. Non che a Palazzo Chigi abbia troppo peso quanto affermato da Agenzia del farmaco, ISS e Oms, e basta l’acquisto di 9000 euro in farmaci per il personale del premier e lo stesso Conte a testimoniarlo. Farmaci che la stessa Prociv potrebbe acquistare con i 96 milioni inutilizzati, a beneficio degli attuali malati.


beenhere

Caro amico prima che caro lettore, Rec News ti ricorda che nella Costituzione sono regolati i Diritti inviolabili del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio, cioè il posto dove si abita: è il padrone o la padrona di casa che decide chi vi può accedere e cosa si può fare al suo interno. Ogni cittadino può circolare liberamente all’interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi pacificamente anche in pubblico (Art. 17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art. 20). Diritto inviolabile è l’espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21). Secondo l’Articolo 32 della Costituzione, nessuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, ecc.) se non è previsto dalla legge per gravi e documentati motivi. Allo stesso modo, può astenersene se le sue convinzioni religiose o sociali non gli consentono di ricevere trattamenti sanitari. Uno governo Democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d’opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non fa le leggi da solo o con i tecnici, ma le sottopone al Parlamento.


Iscriviti alla nostra Newsletter!


0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Renzo cossu
Renzo cossu
5 mesi fa

“Aiutiamo chi ci aiuta”. È questo lo slogan martellante a favore delle donazioni per la protezione civile. E a giudicare dalla somma accumulata gli italiani – lo confesso, escluso me – anno risposto con generosità. Però, a quanto pare, la storia si ripete. La tanto annunciata urgenza di interventi e ovviamente di soldi, si è rivelata la solita presa in giro. I 96 milioni donati dagli italiani sono ancora lì, nelle casse di non si sa bene chi. E, come diceva una mente sopraffina: a pensare male si fa peccato, ma ci si indovina quasi sempre. E comunque a parte… Leggi il resto »

error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.