Seguici

© Rec News -

del

Quali sono le migliori auto con cui andare in vacanza? Una risposta ben precisa e molto difficile da dare, visto che ciascun mezzo riesce a soddisfare un insieme di esigenze specifiche. Qualsiasi sia il tipo di viaggio che si ha intenzione di intraprendere, ciò che conta è trovare una vettura adatta a ciascuna esigenza. Per rendere tutto più semplice, è possibile affidarsi alla formula del noleggio a lungo termine e trovare la soluzione migliore. Ecco, dunque, le auto più indicate per una vacanza di qualsiasi genere.

Tipi di auto perfetti per una vacanza in famiglia o con gli amici

Sono davvero numerose le tipologie di automobili che possono essere utilizzate in occasione di una vacanza. Per esempio, se si sceglie di partire insieme alla propria famiglia, un’ottima idea può essere rappresentata da una SUV spaziosa, soprattutto quando si avverte la necessità di caricare a bordo una lunga serie di bagagli anche piuttosto ingombranti. Un discorso analogo viene portato avanti per quanto riguarda un viaggio con amici. In tale circostanza, una valida alternativa viene rappresentata dal minivan, specialmente se si ha intenzione di condurre con sé una carovana formata da nove persone. In entrambi i casi, ciò che conta è affidarsi ad un mezzo di trasporto molto spazioso, con un’ampiezza piuttosto simile rispetto a quella di un vero e proprio autobus.

Un’automobile perfetta per un viaggio con la fidanzata

La situazione cambia quando ci si accinge all’organizzazione di una vacanza con la propria fidanzata. In tale circostanza, sono due le alternative più apprezzate da parte della maggioranza del pubblico. La prima riguarda l’utilizzo di un’auto piccola, con la chance di attraversare ogni tipo di strada stretta e di trovare parcheggio senza particolari patemi. In alternativa, se si nutre il bisogno di rendere l’esperienza complessiva ancora più esaltante, possono andare bene una cabriolet o una spider. Un bel viaggio all’aria aperta è proprio ciò che ci vuole in determinate occasioni, specialmente se si sceglie di attivare una formula di noleggio lungo termine Ford che si adatti perfettamente ad ogni tipo di necessità.

La soluzione ideale per una vacanza in città

Chi ha intenzione di dare vita ad una vacanza in città tutta da ricordare ha a sua volta diverse opzioni tra le quali scegliere. Anche in questo caso, un’idea congegnale è rappresentata dalle comode e pratiche city car. Le auto di piccole dimensioni non sono estremamente veloci sotto l’aspetto puro, ma garantiscono un ottimo livello di agilità. A tutto ciò, bisogna aggiungere ancora una volta la capacità delle utilitarie di insinuarsi al meglio in percorsi cittadini alquanto angusti, senza lasciare in secondo piano il loro parcheggio molto semplice da portare a termine.

Mare e montagna, come rendere il viaggio all’insegna della pura avventura

Quando ci si accinge, invece, ad un viaggio un auto in mare o in montagna, è necessario effettuare ancora un altro tipo di valutazione specifica. Per montare a bordo una sequenza interminabile di bagagli dalle dimensioni abbastanza imponenti, è possibile chiedere aiuto ad una famigliare o station wagon, magari con la chance di usufruire di attrezzature adatte ad ogni circostanza possibile. Chi preferisce partire all’avventura e conoscere un paese esotico, dove ad esempio la natura incontaminata regna al di sopra di ogni altro elemento, si può noleggiare a lungo termine un SUV. Questa vettura è adatta anche per terreni accidentati, funzionando a dovere anche dove l’asfalto normale viene considerato solo un miraggio.

Noleggio a lungo termine per una vacanza da urlo

Nel complesso, le opportunità per dare vita ad una vacanza tutta da ricordare ci sono tutte e bisogna essere capaci di sfruttarle a dovere. Ogni soluzione può essere indicata per un determinato contesto, con la prospettiva di rendere il proprio viaggio un’esperienza da urlo. Per rendere tutto ancora più semplice, è possibile attivare una formula basata sul noleggio auto a lungo termine. Si tratta di un contratto che può essere stipulato mediante il pagamento di una comoda rata mensile, con la chance di avere a propria disposizione un’auto di alto rango senza doversi occupare di numerosi fattori burocratici. In questo modo, una semplice vacanza può essere vissuta all’insegna della massima tranquillità.

Sponsorizzato
Continua a leggere
Commenta per primo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

ATTUALITA'

Bollette salate, l’Antitrust avvia le istruttorie contro le compagnie energetiche

Alcune delle compagnie non avrebbero informato adeguatamente la clientela delle modifiche di prezzo delle forniture di energia elettrica e di gas naturale. L’Antitrust provvederà ora a verificare se siano state attuate condotte non rispettose dei diritti dei consumatori.

© Rec News -

del

Bollette salate, l'Antitrust avvia le istruttorie contro le compagnie energetiche | Rec News dir. Zaira Bartucca

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Antitrust) ha avviato quattro procedimenti istruttori e quattro procedimenti cautelari nei confronti di Iren, Iberdrola, E.ON e Dolomiti, fornitori di energia elettrica e gas naturale sul mercato libero. Toccate anche altre società, cui sono state inviate richieste di informazioni. Si tratta di Acea Energia, AGSM ENERGIA, Alleanza Luce & Gas, Alperia, AMGAS, ARGOS, Audax Energia, Axpo Italia, A2A Energia, Bluenergy Group, Duferco Energia, Edison Energia, Enegan, Enel Energia, Engie Italia, Eni Plenitude, Enne Energia, Estra Energie, Hera Comm, Illumia, Optima Italia, Repower Italia, Sinergas, Sorgenia, Wekiwi.

Alcune delle compagnie non avrebbero informato adeguatamente la clientela delle modifiche di prezzo delle forniture di energia elettrica e di gas naturale. L’Antitrust provvederà ora a verificare se siano state attuate condotte non rispettose dei diritti dei consumatori.

Rec News dir. Zaira Bartucca – recnews.it

Continua a leggere

ATTUALITA'

Italia rieletta nel Consiglio delle telecomunicazioni delle Nazioni Unite

Tra i dodici membri del Radio Regulations Board anche un italiano

© Rec News -

del

Italia rieletta nel Consiglio delle telecomunicazioni delle Nazioni Unite | Rec News dir. Zaira Bartucca

L’Italia è stata rieletta al Consiglio dell’Unione internazionale delle telecomunicazioni (ITU, International Telecommunication Union) nell’ambito della Conferenza Plenipotenziaria di Bucarest. La rielezione conferma il ruolo attivo del governo italiano nell’ITU, l’Agenzia specializzata delle Nazioni Unite per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione con sede a Ginevra. Tra i dodici membri del Radio Regulations Board – il comitato tecnico per le radiofrequenze – è stato inoltre eletto l’italiano Mauro Di Crescenzo.

Rec News dir. Zaira Bartucca – recnews.it

Continua a leggere

ATTUALITA'

Consumi, “nessun controllo casa per casa, esiste la Privacy”

Il ministro: “Ci si limiti a moral suasion, i cittadini già si regolano da soli per risparmiare dai costi folli”. Nonostante le rassicurazioni, però, già si aggira lo spettro dei contatori intelligenti, che potrebbero rappresentare l’altra via per imporre i razionamenti alle famiglie

© Rec News -

del

Consumi, "nessun controllo casa per casa, esiste la Privacy" | Rec News dir. Zaira Bartucca

Nessun controllo casa per casa per controllare che le famiglie diano seguito alle imposizioni del governo Draghi sull’utilizzo dell’energia. E’ quanto ha chiarito il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, che intervenendo a Radio 24 ha avanzato forti perplessità sul fatto che si possano obbligare i cittadini a utilizzare un elettrodomestico alla volta. “Non se ne è parlato a livello della ministeriale, ma c’è una ridda di voci e indiscrezioni su quello che la Commissione sta elaborando”. Pare però che, mentre propina rassicurazioni, il governo stia tentando di rintracciare il modo per imporre l’utilizzo dei contatori intelligenti e tecnologici, con cui le compagnie energetiche potranno falciare l’erogazione di energia senza che le famiglie possano fare alcunché per potersi assicurarsi il loro effettivo fabbisogno.

“Che ci sia una forma moral suasion per usare le fasce orarie corrette ed avere di avere una giusta sequenza di dispositivi elettrici in casa – ha proseguito Cingolani – lo trovo ragionevole, ma i cittadini lo fanno già automaticamente per risparmiar dati i costi folli. Sulla teoria che si possano ottenere risultati riducendo di un grado il riscaldamento, il ministro ha detto che non ci saranno controlli per i singoli cittadini perché c’è un problema di privacy”. A livello di Commissione, ha detto ancora,“c’è un taglio volontario del 15% del consumo e uno obbligatorio con criteri più stringenti che per l’Italia è del 7%, tre miliardi e mezzo di metri cubi”.

Cingolani è anche intervenuto sul cosiddetto “price cap”. “E’ bastato parlare di tetto al prezzo del gas – ha continuato – e il prezzo gas e il prezzo è caduto. Putin diceva una parola e saliva: il mercato è folle, non è credibile, è troppo volatile e ha prezzi che non riflettono la realtà. Mettiamo in ginocchio le imprese europee e i cittadini – ha proseguito a Radio 24 – perché c’è un mercato che dà dei costi del gas che non hanno senso”. In conclusione Cingolani ha fornito rassicurazioni anche sugli stoccaggi: “In questo momento siamo tra l’84 e l’85 per cento. Dobbiamo arrivare al 90 per ottobre. Siamo anche in leggero anticipo”.

Rec News dir. Zaira Bartucca – recnews.it

Continua a leggere

Ora di tendenza

© 2018-2022 Rec News - Lontani dal Mainstream. Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione (ROC) n. 31911. Copyright WEB121116. Direttore Zaira Bartucca P.IVA 03645570791 - Vietata la riproduzione anche parziale

Accedi ai contenuti extra di Rec News!

X
error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione