Numeri di tutto rispetto per Il Bontà, il Salone sulle eccellenze italiane


Più di 32mila visitatori attesi, 144 espositori provenienti da 14 regioni, 10 ore di degustazioni e più di duemila prodotti esposti. C’è chi rimane incantato dalla maestria con cui si fa la pasta fresca, chi ha fatto la fila per l’Expo della birra e chi si gusta i dolci



Numeri di tutto rispetto per “Il Bontà”, il sedicesimo Salone delle eccellenze enogastronomiche italiane che è iniziato oggi a Cremona e si concluderà il 12 di questo mese. Più di 32mila visitatori attesi, 144 espositori provenienti da 14 regioni, 10 ore di degustazioni e più di duemila prodotti esposti. Poi le sessioni di cucina, le presentazioni, i concorsi, i seminari e i convegni, per un totale di 55 eventi.


Un successo da attribuire alla “bontà” del Made in Italy

L’iniziativa legata al Made in Italy e all’enogastronomia locale si propone di presentare il meglio dei nostri territori. E’ un viaggio di sapori, colori e odori stuzzicanti quello dei visitatori, tra il cibo che fa bene e che si può trovare tra i gazebo divisi pe provincia di appartenenza. Ci si districa coon piacere tra vini, distillati e liquori, formaggi e dolci, poi tra i capisaldi dell’alimentazione mediterranea come pane e pasta fresca, carni e salumi, frutta e verdura e olio extravergine di oliva. Non mancano gli accessori da cucina e chi fa promozione di tanta ricchezza, come enti e associazioni.


E poi c’è “Be italian”, il salone che a New York insegna i pregi della degustazione nostrana

“Il Bontà – fanno sapere i promotori del Salone – propone la storicità e l’innovazione rispettando le tradizioni e l’artigianalità dei territori: questi sono i nostri principi”, concludono. Nell’ambito della manifestazione si può inoltre apprezzare lo Special beer expo. Periodicamente ha poi luogo Be italian, il salone newyorkese in cui si dà la possibilità agli avventori di degustare prodotti e tipicità che il resto del mondo ci invidia.


Iscriviti alla nostra Newsletter!

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.