Brexit, Patriciello (Ppe): “No tax area per chi investe al Sud”

La proposta del popolare avanzata a margine della votazione del Parlamento europeo, riunito oggi a Strasburgo in seduta plenaria

(Comunicato stampa) – “Un’unica, grande No Tax area per le imprese che decideranno di lasciare il Regno Unito per trasferire le loro attività nel Mezzogiorno”. È la proposta lanciata da Aldo Patriciello, parlamentare europeo e membro del Gruppo Ppe, a margine della votazione del parlamento europeo (riunito a Strasburgo in seduta plenaria) sulla Brexit.


“Abbiamo due esigenze”, ha dichiarato Patriciello al termine della votazione dell’Eurocamera, “entrambe fondamentali per la crescita e lo sviluppo dell’Ue. Quella di tutelare le tantissime imprese che operano nel Regno Unito e quella di favorire lo sviluppo economico delle regioni più svantaggiate. L’instaurazione di una No Tax area nelle regioni del Sud Italia per tutte le aziende che, a seguito della Brexit, decideranno di lasciare Londra, credo sia un’azione in grado di dare risposta a queste esigenze, oltre che a lanciare un messaggio potente a tutti gli investitori”.


“Soltanto pochi giorni fa – ha spiegato l’eurodeputato azzurro – la commissione Ue, con una lettera indirizzata al governo italiano, ha lamentato lo scarso livello di investimenti pubblici al Sud. Ecco, questa è l’occasione giusta per invertire la rotta e ridare centralità politica ed economica al Mezzogiorno”.


“È ovvio – ha proseguito Patriciello – che servono idee chiare circa le misure da mettere in atto per rendere attrattivo investire nel Mezzogiorno. Penso, ad esempio, all’esenzione dal pagamento di Ires e Irap, come anche zero tasse sul reddito d’impresa per le aziende che vorranno trasferirsi o, ancora, alla concessione gratuita di tutti i capannoni attualmente dismessi o inutilizzati. Nei prossimi giorni – ha concluso l’europarlamentare molisano – cercherò di confrontarmi con i miei colleghi parlamentari per coinvolgere il governo, le regioni interessate, le istituzioni europee e cercare così di formalizzare la proposta”.


Tags: , , ,

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.