“Invadenze etnoproject”, così ti valorizzo (in note) territorio e tradizioni

Sette calabresi e la passione per le proprie origini. La cultura, l’identità e l’essenza di un popolo che ha radici lontane, e il cui riscatto passa anche dalla musica

Annunci

(Comunicato stampa) –Il prossimo 7 maggio a Soveria Mannelli nei locali della biblioteca “Michele Caligiuri” – sita in corso Garibaldi 113 – alle 18 si terrà la presentazione del nuovo progetto musicale Invadenze etnoproject. Il gruppo si pone l’obiettivo di valorizzare, attraverso la musica, il territorio calabrese, proponendo nel proprio repertorio brani di musica tradizionale, in particolare calabrese, ma anche, in generale, del sud Italia.


I componenti del gruppo sono: Angela Bianco (voce e danze), Romina Campolongo (lira, fiati e danze), Pietro Francese (fisarmonica e organetto), Remigio Longavita (tamburi a cornice), Fanuel Mancaruso (basso), Andrea Pellegrino (batteria) e Luigi Vizza (voce, chitarra battente e chitarra classica). Durante la manifestazione si discuterà della valenza che ha oggi la musica tradizionale, di come la percezione di tale linguaggio ed il significato siano cambiati nel corso del tempo e di cosa invece sia rimasto inalterato, contraddistinguendo quella che è la cultura e l’identità di un popolo nella sua essenza.



Interverranno Leonardo Sirianni, Sindaco della Città di Soveria Mannelli, Riccardo Cristiano, Presidente dell’Associazione Telematica “Liberi.TV”, Mario Caligiuri, Docente UNICAL e presidente Fondazione “Italia Domani”, Angela Bianco, rappresentante del gruppo “Invadenze etnoproject”, Tonino Scordo, Esse Concerti srl, agenzia di organizzazione e produzione di spettacoli musicali, e Franco Ferlaino, Cultore di antropologia presso l’Unical.


Annunci

Commenta

error:
WhatsApp chat

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.